Festival di Berlino 2020: Onward della Pixar e tanta Italia nel programma completo

In queste ore si è svolta la conferenza stampa di presentazione della 70° edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino, che avrà luogo nella capitale tedesca dal 20 febbraio al 1° marzo prossimo.

Il direttore artistico Carlo Chatrian ha dichiarato: “I film del Concorso raccontano storie intime e sconvolgenti, individuali e collettive, in grado di avere un effetto duraturo e conquistare l’interazione del pubblico. Se c’è una predominanza di toni scuri, può essere dovuto al fatto che i film che abbiamo selezionato tendono a guardare al presente senza illusioni, non per causare paura ma perché vogliono far aprire gli occhi di chi guarda. La fiducia che il cinema ripone nell’umanità è ininterrotta, così ininterrotta che li vede questi personaggi manipolatori, sofferenti e maltrattati costantemente come i suoi protagonisti”.

Il programma del concorso ufficiale include 18 film provenienti da 18 paesi diversi, con 16 anteprime mondiali e una sezione per i documentari. Tra i titoli italiani presenti segnaliamo Favolacce di Damiano e Fabio D’Innocenzo, che tornano a Berlino dopo il successo del loro primo lungometraggio La terra dell’Abbastanza, e Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti. Inoltre Pinocchio, la favola natalizia di Matteo Garrone con Roberto Benigni, sarà tra i prestigiosi Berlinale Special Gala, mentre nella sezione Panorama verrà presentato Semina il Vento, secondo film di Danilo Caputo, ambientato tra i millenari ulivi pugliesi alle prese con un parassita letale. In concorso c’è anche Siberia di Abel Ferrara, con protagonisti Willem Dafoe e Nicolas Cage: il film è stato girato nella Pianura Padana.

Nel segnalare anche la presenza di Onward della Pixar fra i film fuori concorso, vi rimandiamo all’elenco completo dei titoli:

In competizione

  • Berlin Alexanderplatz (Germany/Netherlands) – Burhan Qurbani
  • Natasha (Germany/Ukraine/UK/Russia) – Ilya Khrzhanovskiy e Jekaterina Oertel
  • The Woman Who Ran (Korea) – Hong Sangsoo
  • Delete History (France/Belgium) – Benoît Delépine e Gustave Kervern
  • The Intruder (Argentina/Mexico) – Natalia Meta
  • Bad Tales (Italy/Switzerland) – Damiano D’Innocenzo e Fabio D’Innocenzo
  • First Cow (USA) – Kelly Reichardt
  • Irradiated (France/Cambodia) – Rithy Panh
  • The Salt Of Tears (France/Switzerland) – Philippe Garrel
  • Never Rarely Sometimes Always (USA) – Eliza Hittman
  • Days (Taiwan) – Tsai Ming-Liang
  • The Roads Not Taken (UK) – Sally Potter
  • My Little Sister (Switzerland) – Stéphanie Chuat e Véronique Reymond
  • There Is No Evil (Germany/Czech Republic/Iran) – Mohammad Rasoulof
  • Siberia (Italy/Germany/Mexico) – Abel Ferrara
  • All the Dead Ones (Brazil/France) – Caetano Gotardo e Marco Dutra
  • Undine (Germany/France) – Christian Petzold
  • Hidden Away (Italy) – Giorgio Diritti

Berlinale Special Gala at Berlinale Palast

  • Onward (USA) – Dan Scanlon

Berlinale Special Gala at Friedrichstadt-Palast

  • Curveball (Germany)- Johannes Naber

Berlinale Special at Haus der Berliner Festspiele

  • Degeneration (Germany/Ukraine/UK/Russia) – Ilya Khrzhanovskiy, Ilya Permyakov (serie tv)
  • Speer Goes to Hollywood (Israel) – Vanessa Lapa (documentario)

Per altri approfondimenti vi rimandiamo al trailer di Onward e alla nostra classifica dei migliori film del 2019, fra i quali abbiamo incluso anche Pinocchio.

Fonte : Everyeye