È stato identificato il corpo di Kobe Bryant

Murales in memoria di Kobe e Gianna al Pickford Market di Los Angeles EPA/ETIENNE LAURENT

Dopo complesse operazioni di recupero, il corpo di Kobe Bryant è stato ufficialmente identificato nella notte italiana tra i nove cadaveri rinvenuti dopo lo schianto dell’elicottero dell’ex stella Nba sulle colline di Calabasas, a Los Angeles. Lo ha annunciato il Servizio di medicina legale della Contea.

Identificato il corpo di Kobe Bryant

Bryant è stato identificato grazie alle sue impronte digitali, così come altre tre vittime, due uomini e una donna: sono John Altobelli, 56 anni – allenatore di baseball morto nell’incidente con sua moglie Keri e la loro figlia Alyssa -, il pilota di elicotteri Ara Zobayan, 50 anni, e Sarah Chester, 45 anni.

L’ufficio del coroner sta lavorando ancora all’identificazione degli altri cinque corpi, tra i quali quello della figlia di Kobe Bryant, Gianna, morta a 13 anni.

Kobe Bryant, nessuna “scatola nera” sull’elicottero

Proseguono le indagini per chiarire la dinamica dell’incidente. Sono molto complesse. Secondo quanto riporta il New York Times, a bordo del Sikorsky S-76B non c’era una “scatola nera”. I funzionari americani stanno invece esaminando un iPad con cui, pochi minuti prima dell’incidente, un uomo avrebbe girato un video dell’elicottero. Per volare in condizioni di scarsa visibilità a causa della fitta nebbia in zona, l’elicottero aveva chiesto un permesso di “Vfr speciale” che consente di alzarsi in volo con una visibilità inferiore al limite minimo previsto, purché sia mantenuto un contatto visivo con il suolo e gli ostacoli nelle vicinanze.

Le possibili cause dell’incidente di Calabasas

Le autorità aeronautiche locali stanno cercando di capire se davvero il pilota si sia abbassato più del dovuto proprio per non perdere il contatto visivo con il suolo, rimanendo però vittima di un “disorientamento spaziale” che lo ha tratto in inganno, finendo per fargli perdere il controllo dell’elicottero, esploso dopo l’impatto al suolo sulle colline a nord di Los Angeles.

Kobe Bryant, diffuso l’audio dell’incidente aereo: “Voli a quota troppo bassa”

kobe bryant memorial near Staples Center, home of the Los Angeles Lakers, in Los Angeles in Los Angeles California 27 gennaio 2020-2

 

Fonte : Today