Bonus seggiolini, kit fuori dai locali e nuovo codice della strada: si parte

In Aula se ne parlerà soltanto tra una settimana, c’è stato un rinvio. La riforma del codice della strada fa sempre discutere. Ci sono vari dubbi di ordine finanziario, sulle coperture, ma in ogni caso le possibili novità appaiono di rilievo: divieto di fumo in auto per il guidatore (è una distrazione che può avere conseguenze gravi), l’innalzamento dei limiti di velocità a 150km/h in alcuni tratti autostradali (a tre corsie) e una stretta sull’uso del cellulare alla guida. Intanto si accelera sul fronte dei seggiolini antiabbandono: scatta il bonus.

Partiamo dal nuovo codice della strada. Al momento si tratta di ipotesi, ma l’innalzamento dei limiti di velocità a 150km/h non dovrebbe passare: il governo non appare convinto. Ci sarebbe invece unanimità di intenti per un emendamento su una stretta per chi usa lo smartphone alla guida. Inoltre il nuovo Codice prevede una multa anche per il guidatore in caso di mancato uso della cintura di sicurezza da parte del passeggero. Potrebbe salire, e non di poco, anche la multa per il divieto di sosta. La sanzione salirà dagli attuali 85-334 euro a 161-647 euro con in alcuni casi un raddoppio dei punti decurtati (da 2 a 4).

Altra novità potrebbe essere la possibilità di utilizzare scooter e moto 125 in tangenziale e autostrada, ma solo per maggiorenni. Si guarda anche alla sicurezza dei ciclisti: prevista  una nuova linea di arresto agli incroci, oltre allo stop per le auto. Capitolo cellulare alla guida: le multe per chi usa il cellulare alla guida dovrebbero passare in prima violazione dagli attuali 165-661 euro alla somma compresa tra 422 e 1.697 euro e la sospensione della patente potrebbe passare da 7 giorni a due mesi. Se si viene “ribeccati” unas econda volta, multa di 2.588 e 10 punti decurtati dalla patente.

Bonus seggiolini antiabbandono: firmato il decreto

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli ha firmato il decreto per l’assegnazione del contributo o del rimborso per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono. Per ottenere il bonus, si legge in una nota del Mit, sarà necessario registrarsi a partire del 20 febbraio sulla piattaforma informatica Sogei accessibile su www.sogei.it o su www.mit.gov.it

Il contributo sarà erogato mediante il rilascio di un buono spesa elettronico del valore di 30 euro valido per l’acquisto di un dispositivo antiabbandono per ogni bambino di età inferiore ai quattro anni.

Anche chi lo ha già acquistato avrà diritto al rimborso. Per averlo bisognerà farne richiesta registrandosi sulla piattaforma Sogei entro sessanta giorni dal 20 febbraio, allegando copia del giustificativo di spesa.

Sicurezza stradale, Lamorgese: “Kit fuori dalle discoteche”

Intanto sugli incidenti stradali del fine settimana “ho mandato delle direttive ai prefetti perchè ritengo sia stato pesante il numero delle vittime, soprattutto giovani, per fare di più, perchè non si verifichino eventi tragici come quelli che abbiamo visto anche di recente. Dobbiamo porci nelle condizioni di evitare queste tragedie, e per questo faremo un incontro a livello centrale. Valuteremo anche l’ipotesi” di fornire un kit fuori dalle discoteche “per evitare che i giovani si mettano alla guida con un livello alcolemico elevato”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Medici Riccardi, dopo aver presieduto il comitato provinciale sull’ordine  pubblico e la sicurezza nella prefettura di Firenze.

Nuovo codice della strada, è ora di accelerare: “Patente sospesa per chi usa cellulare”

polizia stradale-3

Fonte : Today