Milan, c’è l’Herta Berlino su Piatek: la prima offerta dei tedeschi ritenuta troppo bassa

Oltre al Tottenham, che lo chiede in prestito di 18 mesi con diritto di riscatto, anche il club di Bundesliga sul centravanti polacco: la prima proposta presentata al Milan è stata però ritenuta troppo bassa. Si attendono eventuali rilanci dei tedeschi

TUTTE LE TRATTATIVE DI MERCATO LIVE

Anche nei quarti di finale di Coppa Italia Krzysztof Piatek non ha brillato. Il numero 9 del Milan è uscito dal campo a metà del secondo tempo nella sfida contro il Torino, sul punteggio di 1-1, per lasciare il posto a Zlatan Ibrahimovic, a segno poi nel 4-2 finale conquistato dalla squadra allenata da Stefano Pioli ai tempi supplementari. Il centravanti polacco è stato sostituito al 65′ tra i fischi, in quella che rischia di essere la sua ultima presenza con la maglia rossonera. A un anno dal suo arrivo a Milano dal Genoa per 35 milioni di euro, il centravanti classe 1995 ha mercato anche in Bundesliga: l’Herta Berlino ha infatti presentato un’offerta per acquistarlo a titolo definitivo, ma il club rossonero l’ha ritenuta al momento troppo bassa.

Va decifrata la strategia che utilizzerà il Milan per capire se concludere o meno la cessione del suo numero 9, che comunque ancora non ha accettato la destinazione. In attesa di eventuali rilanci da parte del club tedesco, su Piatek c’è ancora il pressing del Tottenham: anche nel caso degli Spurs, però, non c’è l’intesa sulla formula del trasferimento. La proposta del club inglese è quella di un prestito di 18 mesi con diritto di riscatto, un’idea che al momento non convince il Milan. 

Fonte : Sky Sport