Mons. Rodrigues: la Parola di Dio è messaggio di salvezza

L’arcidiocesi di Mumbai ha celebrato la prima Domenica della Parola di Dio al seminario teologico di Goregaon. “Gesù è la luce della nazione”. La Bibbia “ci dona l’esperienza della fede degli apostoli e delle comunità che essi hanno fondato”. Il ricordo dei valori sanciti dalla Costituzione, nel giorno della Repubblica.

Mumbai (AsiaNews) – La Parola di Dio “è messaggio di salvezza”. Lo afferma mons. John Rodrigues, vescovo ausiliare di Mumbai e presidente della Commissione biblica dell’arcidiocesi. La Chiesa locale ha celebrato la prima Domenica della Parola di Dio presso il seminario teologico situato a Goregaon. Nella sua omelia, il vescovo ha ricordato “il significato della Bibbia, che non è un libro come un altro, perché contiene il messaggio di salvezza”.

Nel giorno in cui ricorreva la Festa della Repubblica indiana, il 26 gennaio, mons. Rodrigues ha evidenziato inoltre l’importanza di “un altro libro, quello della Costituzione della nostra nazione. Preghiamo che i valori in essa contenuti siano sempre sostenuti. Preghiamo che la luce di Cristo possa sempre brillare su di noi”.

Citando la Prima lettura tratta dal libro di Isaia, il vescovo afferma: “Isaia si rivolge al popolo di Israele, il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa, una luce rifulse. Isaia continua dicendo che i coloro cuori saranno pieni di gioia, così come si gioisce quando si miete”.

Mons. Rodrigues prosegue: “La luce disperde le tenebre. La luce guida il nostro cammino. La luce è simbolo della presenza di Dio, ci mostra la via, ci libera dall’oscurità. La luce ricolma di gioia ognuno di noi”. In Gesù, continua, “si avvera la profezia di Isaia. Gesù è la luce della nazione. Gesù, eterna Parola di Dio, è la nostra luce. Ciò che è stato promesso al popolo d’Israele, ora si avvera in lui. La Bibbia ci dona l’esperienza della fede degli apostoli e delle comunità che essi hanno fondato. Essi hanno condiviso l’esperienza della gloria di Dio come loro hanno incontrato il Verbo che si è fatto carne”.

Il prelato infine ricorda le parole di papa Francesco che ammonisce sull’esistenza di “una tendenza a monopolizzare i testi sacri restringendoli a certi circoli o a gruppi selezionati. Non può essere in questo modo. La Bibbia è il libro del popolo di Dio, che nel suo ascolto, si muove dalla dispersione e dalla divisione verso l’unità. La parola di Dio unisce i fedeli e li rende un unico popolo”.

Fonte : Asia