Jazz Do It, Gipsy Legacy Project live al Crash Roma

Le atmosfere calde e sanguigne dell’improvvisazione si tingono di note dal sapore ancora più internazionale con la nuova rassegna musicale del Crash Roma dedicata al JAZZ e a tutto il mondo della sperimentazione, le contaminazioni soul, blues, r&b e molto altro ancora.

L’appuntamento con i Gipsy Legacy Project al Crash Roma è sabato 8 febbraio, dalle ore 18:00, per gustare un aperitivo o una cena accompagnati da ottima musica live dalle ore 19:30. È possibile prenotare il tavolo per la cena telefonando al numero: 347.9449129. Per ulteriori informazioni si può visitare il sito internet www.crashroma.it o scrivere una e-mail a info@crashroma.it.

I Gipsy Legacy Project sono una formazione composta da Lorenzo Bucci alla chitarra, Federico Procopio alla chitarra e Giuseppe Civiletti al contrabbasso, e si ispirano alla tradizione jazzistica europea francese in particolare quella iniziata dal chitarrista gitano Django Reinhardt. Il trio propone un repertorio che comprende standard jazz, valzer musette e composizioni originali di Django, tutte in stile gypsy jazz che vi riporteranno alle atmosfere parigine degli anni trenta e quaranta in un mix di virtuosismo e pathos.

Il Crash Vibes & Wines è un locale di Roma che offre Drink, Cibo e Musica dal vivo. Il meglio dell’eccellenza enogastronomica del territorio, tra innovazione e buona tradizione. La tradizione del gusto, quello genuino di un tempo, si rinnova rivoluzionando il concept di degustazione e ospitalità.

I prodotti tipici locali che celebrano ed esaltano la memoria del territorio, riscoprono una nuova anima fatta di innovazione e sperimentazione. Un incontro scontro scandito a ritmo del crash, il piatto della batteria che in musica chiude una fase musicale e ne apre un’altra, definisce rotture e cambiamenti.

Per tutte le informazioni sul Crash e i suoi eventi potete visitare il sito web www.crashroma.it o esplorare i profili social su Facebook (www.facebook.com/crashlocale) e su Instagram (www.instagram.com/crash_roma).

Fonte : Roma Today