L’app per filmare con più sensori di iPhone contemporaneamente

Si chiama Filmic DoubleTake ed è uno spin-off gratuito della celebre app Filmic Pro

Flimic(Foto: Filmic)

La prima apparizione è avvenuta nientemeno che sul palco della presentazione dei nuovi iPhone 11 lo scorso settembre: Filmic aveva mostrato la sua funzionalità in arrivo sulla versione Pro dell’app di casa per registrare video sfruttando in coppia due fotocamere dello smartphone. Poi, se n’erano perse le tracce. Almeno fino a oggi 28 gennaio quando è stato a sorpresa rilasciata un’applicazione gratuita chiamata Filmic DoubleTake che si occupa soltanto di questa specifica funzionalità.

Su Android è qualcosa possibile da diversi anni, ma su iPhone era finora impossibile girare un filmato utilizzando contemporaneamente più sensori su fronte e retro. Un gap di quelli che mettono il sistema operativo del robottino verde in certi ambiti qualche gradino sopra quello di iOs (in altri, invece vince Apple). Curiosamente, dalle parti di Cupertino non hanno mai pensato a integrare la possibilità nell’app fotocamera a bordo e così ci ha pensato uno sviluppatore di terze parti.

Tutti si aspettavano, come da anticipazioni, un aggiornamento di Filmic Pro e invece ecco spuntare il software gratuito DoubleTake che porta per con sé anche alcune limitazioni. Per esempio ci si deve accontentare della risoluzione full hd 1080p e non 4k con iPhone Xs, iPhone Xs Max e iPhone Xr che peraltro possono solo usare il sensore frontale e uno di quelli posteriori. Sui più recenti iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max si possono anche attivare assieme il grandangolo e ultragrandangolo.

Oltre alla compatibilità limitata ai modelli precedentemente citati, DoubleTake richiede la presenza del sistema operativo iOs 13. Tra le varie funzioni a disposizione c’è il PiP (Picture in Picture) per muovere a piacimento la finestrella con una delle due inquadrature e lo split screen per dividere a metà il frame di quello che diventerà un singolo video. Possibile controllare manualmente messa a fuoco e esposizione e selezionare una frequenza di 24, 25 o 30 fps.

Questo software è ideale per i videomaker che vogliono confezionare inquadrature particolari per cortometraggi o video creativi ma anche i giornalisti che in un sol colpo possono ottenere la ripresa di intervistato e intervistante.

Fonte : Wired