Coronavirus, annullato il Capodanno cinese a Roma: “Non è il caso di festeggiare, c’è gente che sta male”

Gli effetti del virus che sta seminand il panico in Cina si fanno sentire anche a Roma. Si è infatti deciso di annullare i festeggiamenti per il Capodanno cinese in programma a Roma per il prossimo 2 gennaio. Lo ha annunciato all’ANSA la portavoce della comunità cinese a Roma Lucia King

“Abbiamo concordato in modo congiunto con tutta la comunità che la festa deve essere rinviata perché c’è gente che sta male e non è il caso di festeggiare – ha aggiunto -. Ci dispiace perché i preparativi duravano da tre mesi, ma in questo momento è la scelta migliore. Comunicheremo in seguito una nuova data“.

Virus Cina, sbarcati a Roma 202 passeggeri da Wuhan. Attivato canale sanitario, nessun caso sospetto

Intanto la task-force del Ministero della Salute sul coronavirus 2019-nCoV si è riunita questa mattina alla presenza del ministro, Roberto Speranza, e delle altre autorità coinvolte. Sono state rafforzate le dotazioni di personale medico e infermieristico e intensificati i controlli negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Malpensa dove tutto procede regolarmente. 

Sempre questa mattina al Ministero della Salute si è svolta la formazione del personale sanitario impegnato sulla questione. Al momento tutti i casi sospetti segnalati in Italia si sono rivelati infondati.  
 

Fonte : Roma Today