Le evoluzioni nel tempo della sfida di Hyperloop

Viaggiare a velocità supersoniche è la promessa tech che riscriverà la mobilità. Ecco come l’utopia ha fatto passi avanti negli anni e si sta avvicinando alla realtà, tra test nel deserto e competizione tra aziende

Tra i buoni motivi per scommettere sul futuro – e metabolizzare i ritardi dei treni che prendiamo quotidianamente – c’è Hyperloop, la futuristica modalità di trasporto che ci promette viaggi a velocità supersonica grazie ad avveniristiche supercapsule che levitano in un tubo d’acciaio in assenza di attrito (e magari, chissà, oltre che negli States e a Dubai, vedremo questa tecnologia perfino in Italia).

Nel video sopra ripercorreremo alcuni dei principali momenti dell’evoluzione di questo concept negli ultimi anni: i primi test di successo condotti in Nevada, ad esempio (in particolare quello nel 2017). Sebbene associato, nei primi anni, Elon Musk, è ormai portato avanti da diversi attori (Virgin Hyperloop One; Hyperloop Transportation Technologies, la stessa Space X con le sue Hyperloop Pod Competition); non sono mancati anche tentativi più derivativi, come il lancio della startup Arrivo da parte dell’ex cofondatore di Hyperloop One Brogam Bambrogan (diciamo non proprio un successo).

Insomma, la mobilità del XXI secolo promette di essere eccitante, oltre che il culmine di un percorso unico: ma bisogna aver ancora un po’ di pazienza.

Fonte : Wired