Reazioni ai direct message e liste private: cosa cambia su Twitter

Il social network aggiunge le reazioni tramite emoji ai direct message e permette l’organizzazione dei propri contatti in comode liste

(Foto: Pixabay)

Non solo Instagram copia dal compagno di banco TikTok, anche a Twitter ogni tanto capita di far cadere l’occhio sul compito del vicino Facebook. Sul social network di Jack Dorsey sono comparse le reazioni emoji per i Direct Message, che si differenziano da quelle di Facebook per il fatto che al posto dell’emoji con gli occhi a cuore è presente l’iconcina della fiamma.

Twitter inserisce le reazioni tramite emoji ai direct message (screenshot da Twitter)

Anche su Twitter, quindi, si potrà reagire istantaneamente a un messaggio diretto, facendo click o toccando l’icona a forma di cuore, che affiancherà ogni messaggio. Così facendo comparirà il pannello delle emoji. Scegliendone una, al destinatario arriverà una notifica dell’azione. La funzionalità è retroattiva, quindi si potranno mettere le reazioni a tutti i messaggi ricevuti, anche quelli passati, su Twitter.

Liste

Un’altra funzionalità, meno recente, ma molto simile a una presente su Facebook è quella delle Liste. Le liste sono utili raccolte dove raggruppare i profili che si seguono distinguendoli per categoria, in modo da organizzare la propria esperienza su Twitter e renderla meno dispersiva. Ogni volta che però si aggiunge un contatto, l’interessato riceve una notifica. Ma Twitter vuole eliminare queste notifiche che possono importunare i contatti.

Finestra per la creazione di una Lista privata su Twitter

Per farlo è sufficiente entrare nel menù delle liste, cliccare sull’icona in alto a destra per crearne una nuova e selezionare la voce “Rendi privata”. Aggiungendo le persone ad una lista privata queste non riceveranno mai la notifica che li informa di essere stati aggiunti a una lista.Liste private e pubbliche si possono tranquillamente distinguere grazie all’icona a forma di lucchetto che contrassegna quelle private.

Fonte : Wired