Condé Nast, chiude anche Glamour France. In Europa va bene solo in Germania

La morìa delle edizioni internazionali di Glamour ha risparmiato unicamente l’edizione tedesca del magazine femminile targato Condé Nast (che secondo quanto riportato da ItaliaOggi sembra godere di solidità economica). Anche la Francia ha chiuso la versione cartacea di Glamour. A dire il vero, Glamour France si fermerà dalla prossima primavera in edicola ma anche online (www.glamourparis.com). E con lei pure 20 dipendenti (di cui 18 giornalisti) risulteranno in esubero. Come spiega ItaliaOggi la diffusione di Glamour France oscillava tra le 90 e le 130 mila copie ma, a livello di conto economico, il calo della pubblicità su carta e la mancata compensazione con le inserzioni online hanno compromesso la sostenibilità della testata. Come precisa ItaliaOggi in aggiunta, la decisione di ridurre la presenza in edicola non è piaciuta agli investitori, eccezion fatta per quelli del lusso.

Prima ancora che in Francia la versione italiana aveva annunciato la chiusura dell’edizione online e offline della testata e a gennaio è stato sciolto il nodo dei 9 redattori della testata, quasi tutti accompagnati all’uscita grazie ad un incentivo, come ricorda ItaliaOggi.

La Gran Bretagna invece è stato uno dei primi paesi a rifocalizzare Glamour su web e social e lasciando alla carta stampata un ruolo marginale. Ora il baricentro sembrerebbe spostari sul piano internazionale del periodico verso Russia, Brasile, Sud Africa e, in Europa, Ungheria e Polonia. Come spiega ItaliaOggi l’ipotesi più accreditata è che Glamour riesca ad espandersi in quelle nazioni dove non è forte il settore del lusso, come in Germania.

Fonte : Affari Italiani