“Ciao mamma, vado a Trieste”. E sparisce nel nulla: Marina Buttazzoni è una nota artigiana

Poco fa la tragica notizia del ritrovamento del cadavere di Roberta Girotto, la madre 50enne scomparsa lunedì nel Padovano. È di circa 24 ore fa invece la notizia della sparizione  di Marina Buttazzoni, nota artigiana udinese, 55 anni da compiere il prossimo 31 gennaio: la donna sarebbe uscita da casa della madre venerdì mattina, riferendole che sarebbe andata a Trieste e che sarebbe tornata il lunedì sera a Udine. Poi però nessuno ha avuto più sue notizie. Il fratello ha quindi sporto denuncia alla Questura, che ha avviato le indagini.

Chi è Marina Buttazzoni 

La donna, alta 1,61 metri, capelli grigi di media lunghezza, solita indossare occhiali da vista, ha lasciato la propria auto a casa della madre e potrebbe aver utilizzato i mezzi pubblici per spostarsi. Il suo cellulare risulta staccato. I familiari lanciano un appello a chiunque abbia notizie o l’avesse vista a rivolgersi alle forze dell’ordine. Il piano delle ricerche di persone scomparse è già stato attivato dalla Polizia di Stato di Udine. “Marina è uscita venerdì mattina scorso da casa di nostra mamma, che regolarmente va ad assistere, dicendo che sarebbe andata a Trieste ma da quel giorno ha il telefono staccato e non ha dato notizie di sé a nessuna delle sue amiche e dei suoi conoscenti” ha detto il fratello Marco Buttazzoni.

Ha inventato i Book à Porter

Marina Buttazzoni è molto conosciuta soprattutto nell’ambiente delle fiere e dei mercati artigianali per le sue creazioni, sopratutto per una sua invenzione: i Book à Porter, i portalibri da viaggio, utili non solo per proteggere le copertine dei libri ma anche per le guide di viaggio, i quaderni, gli e-book e i tablet

Fonte : Fanpage