Prende una multa da 73 euro e ne paga 93mila: tempi “biblici” per il rimborso

Un errore incredibile e un rimborso che tarda ad arrivare. E’ la storia di un uomo di Milano che dopo aver ricevuto una multa da 73 euro, l’ha pagata, ma versando 93mila euro. Una differenza enorme che l’amministrazione comunale dovrebbe restituire, ma il rimborso sembra “bloccato” nei meandri della burocrazia.

Per fare chiarezza sulla vicenda è intervenuto Capitan Ventosa, inviato di ‘Striscia la Notizia’, che si è fatto raccontare la vicenda dal diretto interessato: “Ho preso delle multe e dal mio terminale in azienda le ho pagate: ma invece di versare 73 euro, ne ho pagati 93mila”.

Uno sbaglio quasi tragicomico, che però non ha avuto conseguenze soltanto per l’autore del bonifico, ma anche per i lavoratori della sua azienda: “Trattandosi di un conto aziendale questi soldi sono importanti per pagare tredicesime, buste paga e fornitori“. L’uomo si è subito rivolto al Comune di Milano, segnalando quanto avvenuto, ma i tempi burocratici per la restituzione della somma in eccesso sono tutt’altro che brevi.
 
Soltanto a marzo, salvo nuovi colpi di scena, l’imprenditore potrà riavere indietro il denaro versato per errore lo scorso novembre. Un paradosso, considerando che a parti invertite i tempi sono rapidissimi: infatti, se un cittadino non versa in tempo le somme dovute, scatta immediatamente la procedura di riscossione. Dopo l’intervento di Capitan Ventosa il Comune di Milano si è assunto l’impegno di provvedere alla restituzione della somma il prima possibile.

Fonte: Striscia la Notizia →
Fonte : Today