Twitter, le reazioni con emoji arrivano nei messaggi diretti

Le conversazioni private tra gli utenti di Twitter si fanno più colorate e divertenti grazie all’arrivo delle reazioni con emoji, per la prima volta disponibili nella sezione messaggi diretti. Lo ha annunciato direttamente la piattaforma di microblogging con un breve messaggio pubblicato tramite il profilo Twitter Support, che spiega il facile procedimento da seguire per mostrare il proprio stato d’animo riguardante il messaggio ricevuto da un altro utente. Al lancio della nuova funzione, le emoji disponibili per le reazioni nei messaggi diretti sono sette, una in più rispetto a quelle supportate da Facebook.

Come utilizzare le reazioni su Twitter

Anche nei messaggi diretti di Twitter arrivano le emoji per le reazioni, diventate popolari in particolare grazie a Facebook e sbarcate poi anche su Instagram. La nuova funzione è presente sia nell’app di Twitter che nella versione desktop e in entrambi i casi la procedura per reagire con una faccina al commento di un utente è piuttosto semplice. Accanto ai messaggi ricevuti è infatti ora presente una nuova icona segnalata da un cuore e il simbolo “+”; selezionandola Twitter aprirà un nuovo menù contenente tutte le reazioni disponibili, che al momento sono sette, piuttosto tradizionali: si va dalla faccina che ride a crepapelle a quella sorpresa o triste, non mancano inoltre il classico cuore, la fiamma e le due versioni del pollice per esprimere accordo o disaccordo. In alternativa, la tendina con le reazioni possibili può essere richiamata su smartphone o tablet anche con un doppio tap sul messaggio.

Necessario aggiornare l’app di Twitter

Twitter fa presente che le reazioni inviate a un messaggio possono essere rimosse in qualsiasi momento. Tuttavia, il social segnala anche che tutti i partecipanti a una conversazione riceveranno una notifica quando un utente reagisce con un’emoji a un messaggio. Per chi utilizza la versione mobile di Twitter, la piattaforma invita gli utenti a scaricare l’ultima versione dell’app, poiché altrimenti le reazioni verrebbero visualizzate sotto forma di testo. 

Fonte : Sky Tg24