“Hai la giacca troppo aperta”. Picchia la fidanzata davanti agli amici in un bar di Torino

Aveva la giacca leggermente aperta, motivo più che valido per il suo fidanzato per picchiarla brutalmente. L’ennesimo caso di violenza su una donna è avvenuto sabato pomeriggio nel quartiere San Salvario di Torino e a farne le spese è stata una donna extracomunitaria di una trentina d’anni: gli agenti della squadra volante hanno subito fermato un sudamericano che inveiva contro di lei con fare aggressivo.

La dinamica dei fatti è stata ricostruita grazie alla testimonianza di due persone: il sudamericano si trovava in un locale di San Salvario, cuore della “movida” torinese, a bere da circa un’ora con un gruppo di amici quando è stato raggiunto dalla fidanzata che gli aveva chiesto una cortesia. Quando ha visto la donna con la giacca leggermente aperta l’uomo è andato su tutte le furie: in preda a un impeto di gelosia infatti ha iniziato a inveire contro di lei con fare sempre più minaccioso. Stanca delle continue vessazioni e aggressioni – che evidentemente si protraevano ormai da molto tempo – la donna ha afferrato il cellulare per chiamare la polizia, senza riuscirsi per l’intervento dell’uomo che, dopo averle sottratto lo smartphone, ha iniziato a colpirla ripetutamente con calci e pugni alle braccia e alle gambe per renderla inerme.

La scena non è sfuggita a un gruppo di passanti, che ha prontamente dato l’allarme alla polizia segnalando quello che stava accadendo. Dai controlli effettuati è emerso che l’uomo era stato già denunciato per maltrattamenti nel 2017 e che l’anno seguente era stato arrestato e ammonito dal Questore. Nonostante le misure e restrizioni adottate, il suo comportamento nel tempo non è migliorato. La fidanzata lo ha sempre perdonato, ritenendo di poter intraprendere di nuovo la relazione con lui a fronte delle promesse – mai mantenute – di cambiare. L’uomo è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e rapina.

Fonte : Fanpage