Heath Ledger, 12 anni fa moriva il biondo cavaliere oscuro: può fare la storia agli Oscar

Un anno prima della sua vittoria agli Oscar per l’interpretazione di Joker ne Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan, avvenuta il 22 febbraio 2009, oggi dodici anni fa arrivava la notizia della morte di Heath Ledger, leggendario attore australiano trapiantatosi ad Hollywood.

Nato a Perth il 4 aprile 1979 e scomparso a New York il 22 gennaio 2008, Ledger è stato acclamato per le sue interpretazioni in film come 10 cose che odio di te, Il patriota, Il destino di un cavaliere, Lords of Dogtown, I segreti di Brokeback Mountain, Paradiso + Inferno e ovviamente per il ruolo iconico nel cinecomic con Christian Bale. Ledger, noto per la maniacale preparazione e documentazione sui personaggi che si accingeva a interpretare, fu candidato due volte al premio Oscar, la prima nel 2006 per I Segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee, che vinse anche il Leone d’Oro a Venezia.

Omaggiato e ricordato da tutti i suoi colleghi, coetanei e non, a pochi giorni dalla sua scomparsa venne salutato da Daniel Day-Lewis, che gli dedicò il premio ai SAG Award per Il Petroliere di Paul Thomas Anderson. Sempre ai SAG Awards, qualche giorno fa Joaquin Phoenix gli ha dedicato la sua di vittoria, di nuovo nei panni del villain di Batman, premio che Ledger vinse postumo.

I due attori, inoltre, potrebbero fare la storia del cinema durante la prossima edizione degli Oscar: qualora Phoenix vincesse, infatti, porterebbe il suo nome e quello di Ledger in un club esclusivo nel quale ad oggi soggiornano soltanto Robert De Niro e Marlon Brando, unici due attori ad aver vinto un premio Oscar per l’interpretazione dello stesso personaggio in due film diversi (Don Vito Corleone ne Il Padrino e Il Padrino – Parte II). Curiosamente, entrambe le coppie vanterebbero due statuette nelle due diverse categorie attoriali (Phoenix e Brando come protagonisti, Ledger e De Niro come non protagonisti).

Fonte : Everyeye