Sanremo 2020, chi è Rula Jebreal: carriera e vita privata

Rula Jebreal è tra le donne scelte da Amadeus per affiancarlo nelle cinque serate del Festival di Sanremo 2020, in onda su Rai Uno dal 4 all’8 febbraio. “Volevo una giornalista internazionale che parlasse di donne. Nel mio Sanremo, infatti, a prevalere deve essere la sensibilità delle persone”, ha dichiarato il conduttore e direttore artistico durante la conferenza stampa di presentazione della kermesse parlando di lei, al centro delle polemiche in merito alla sua partecipazione per aver definito in passato l’Italia come un paese fascista.  “Quando si dà risalto alle donne non esiste ceto sociale, né appartenenza politica, né colore della pelle. Perché le donne vanno rispettate ovunque nel mondo”, le parole di Amadeus.

Salvo cambiamenti in corso, Rula Jebreal dovrebbe salire sul palco dell’Ariston nella prima serata di martedì insieme a Diletta Leotta.

Ma chi è Rula Jebreal? Di seguito tutte le informazioni sulla carriera e la vita privata della giornalista e scrittrice palestinese con cittadinanza israeliana e italiana.

Sanremo 2020, chi è Rula Jebreal: carriera

Rula Jebreal è nata in Israele nel 1974. A 20 anni riceve una borsa di studio dal governo italiano per studiare fisioterapia all’Università di Bologna. Inizia a collaborare con Il Resto del CarlinoIl Giorno e La Nazione trattando di cronaca cittadina e temi sociali e nel 1999 passa alla politica estera, con particolare attenzione ai conflitti mediorientali. Nel 2002, come giornalista e militante del ‘Movimento palestinese per la democrazia e la cultura’, prende parte al programma ‘Diario di guerra’ su La7, rete su cui condurrà l’edizione notturna del telegiornale e la rubrica di approfondimento di esteri ‘Pianeta 7’. Nel 2005 risulta vincitrice del ‘Premio Ischia internazionale di giornalismo per la televisione nella sezione giovani’, riservato ai professionisti under 35. Nel settembre 2006 Rula Jebreal affianca Michele Santoro in ‘Annozero’.

Rula Jebreal è anche scrittrice di due romanzi pubblicati da Rizzoli (l’autobiografico La strada dei fiori di Miral da cui è stato tratto il film Miral e La sposa di Assuan) di un saggio Divieto di soggiorno, contenente delle interviste con degli immigrati in Italia. Rula Jebreal parla quattro lingue: arabo, ebraico, inglese e italiano.

Sanremo 2020, chi è Rula Jebreal: vita privata

Figlia di un commerciante e guardia della Moschea al-Aqsa, Rula Jebreal è nata in Israele nel 1974. La sua infanzia è stata segnata dalla morte della madre Zakia, palestinese, che, vittima di gravi abusi, si suicidò annegandosi in mare quando lei aveva 5 anni: “Mia madre si è suicidata dopo aver subito uno stupro. Penso sempre a lei quando visito i paesi in guerra” ha raccontato in un’intervista a La Repubblica. Sentimentalmente è stata legata all’artista Davide Rivalta (da cui ha avuto una figlia, Miral) e a Julian Schnabel, noto regista conosciuto nel 2007. Nel 2013 ha sposato il banchiere americano Arthur Altschul Jr da cui ha divorziato nel 2016.

Sanremo 2020, chi è Rula Jebreal: foto da Instagram

rula jebreal.png 8-2

Fonte : Today