Lo sceneggiatore di Rogue One: A Star Wars Story rivela una scena scartata

Il processo di riscrittura di una sceneggiatura è spesso sottovalutato, specialmente all’interno di franchise come il MCU o Star Wars. Si tratta di rielaborare più volte lo script prima di ottenere l’approvazione finale, sacrificando magari scene potenzialmente epiche. A quanto pare è successo qualcosa del genere con Rogue One: A Star Wars Story.

Lo spin-off ha subito molti cambiamenti dallo script allo schermo, ma su una scena in particolare si è soffermato su Twitter, rispondendo alla domanda di un fan, il co-sceneggiatore di Rogue One Gary Whitta. Nel copione, apprendiamo, era prevista una scena sulle spiagge di Scarif con una rappresaglia particolarmente violenta di Darth Vader ai danni dei soldati ribelli.

All’utente che domandava se ci fossero scene particolarmente toste tagliate dalla sceneggiatura, Whitta ha infatti risposto: “Le truppe di terra dei ribelli si sono infiltrate nella torre delle comunicazioni imperiale su Scarif, gli stormtrooper non possono sfondare per raggiungere Jyn che sta per trasmettere i piani. Vader dice: Portatemi su quella spiaggia. Segue una carneficina. Alla fine, però, si è visto qualcosa del genere nella scena del corridoio.”

Nel montaggio finale, come si ricorderà, i soldati ribelli sono intrappolati e cercano di portare in salvo i piani per la Morte Nera, ma Darth Vader li rintraccia e ne uccide un gran numero in un corridoio. Tuttavia, riusciranno a trasmettere i piani prima che il villain riesca a metterci le mani sopra. Quella scena è rimasta una delle più memorabili di Rogue One: A Star Wars Story, e per qualcuno è addirittura una delle migliori in assoluto con Darth Vader. Qualcuno, però, come lo stesso Diego Luna, è rimasto deluso dal finale del film.

Fonte : Everyeye