Oscar 2020, per i candidati a miglior film previsti importanti incrementi negli incassi

Le nomination ufficiali agli Oscar 2020 hanno si dato il via alla corsa per la 92esima cerimonia degli Academy Awards, ma hanno anche influenzato quella per il box office.

Tra questi ovviamente i titoli della Amblin/Universal/New Republic (1917, +192% da lunedì scorso, giorno dell’annuncio delle nomination), della Sony (Piccole Donne, + 33%), NEON (Parasite, + 26%), e Searchlight (Jojo Rabbit, + 18%).

Per il war-movie di Sam Mendes, che ha vinto sia ai Golden Globe che i PGA qualche giorno fa, ha incassato $22 milioni in 3 giorni, e $ 26,8 milioni in 4 giorni, e ora gli analisti prevedono che entro il 9 febbraio, giornata degli Oscar, il film arriverà fra i $125-150 milioni di dollari a prescindere dalla vittoria del premio principale sul palco dell’Academy.

Piccole Donne di Greta Gerwig, che già aveva fatto registrare incassi incredibili sotto il periodo natalizio, dovrebbe addirittura raggiungere i $100 milioni di dollari entro la Notte degli Oscar, mentre dopo essere diventato il primo film in lingua straniera a vincere il primo premio dei SAG, per la Palma d’Oro 2019 Parasite il distributore statunitense NEON ha aumentato le sale da 345 a 843 e dagli attuali $28 milioni dovrebbe spingersi oltre i $32 milioni di dollari. Il film è diventato il lungometraggio sudcoreano più redditizio di tutti i tempi negli Stati Uniti, ed è attualmente al settimo post nella classifica dei maggiori incassi stranieri in Nord-America: senza contare La Passione di Cristo e Apocalypto di Mel Gibson (ma in lingua straniera), il film di Bong Joon-ho si trova dietro a Crouching Tiger, Hidden Dragon ($128 milioni), La Vita è Bella ($57,2 milioni), Hero ( $53,7 milioni), Instructions Not Included ($44,4 milioni), Pan’s Labyrinth ($37,6 milioni) e Amelie ($33,2 milioni), ed è ipotizzabile che Parasite alla fine riuscirà a prendersi il posto di quest’ultimo.

Nel frattempo Jojo Rabbit di Taika Waititi è stato portato in altre 880 sale e ha incassato altri $1,48 milioni nel suo 14esimo fine settimana, un +640% per un totale di $23,9 milioni. Entro la notte degli Oscar, il film con Scarlett Johnasson dovrebbe salire a $26 milioni, forte delle nomination a miglior film, miglior montaggio, scenografia, costumi, sceneggiatura non originale il ruolo di supporto della Johansson. Nei cinema americani la Disney ha perfino ridistribuito Ford v Ferrari di James Mangold, che ha incassato altri $1,3 milioni per un totale di $113,1 milioni e che con quattro nomination agli Oscar dovrebbe arrivare a $117 milioni entro il 9 febbraio.

Infine Once Upon a Time in Hollywood di Quentin Tarantino e Joker di Todd Phillips, già disponibili per l’home-video, SVOD e PVOD, sono tornati rispettivamente in 705 e 854 cinema degli USA dopo aver ottenuto il primo dieci e il secondo ben undici nomination Oscar 2020: per il film Sony sono entrati $370mila dollari in quello che viene catalogato come 26esimo weekend (il totale è $141,5 milioni nei soli Stati Uniti), mentre per quello DC Films e Warner Bros., nella sua sedicesima settimana, ha guadagnato circa $500mila dollari in 4 giorni per un totale di $334,6 milioni.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo all’elenco di tutte le nomination Oscar 2020.

Fonte : Everyeye