U2, Bono rivela: “Siamo stati ad un passo da sciogliere la band. Ma grazie a The Edge…”. La storia

Oggi sono una delle band più amate e più famose ma anche loro hanno vissuto dei momenti difficili. Stiamo parlando degli U2: era da poco uscito l’album October nel 1981 quando i musicisti attraversarono un periodo di crisi, durante il quale furono a un passo dallo sciogliersi. Lo ha raccontato Bono in un’intervista per il podcast Cry Baby di Hozier: “Abbiamo avuto una crisi di fede a proposito della nostra band e della sua utilità – ha detto il cantante – ci siamo guardati intorno e ci siamo detti ‘Questo mondo sta andando a p****ne e anche noi’. È un mondo distrutto. Quale ruolo può mai avere una rock band nel tentativo di aggiustare le cose? In un certo senso, è una cosa vanagloriosa da fare”. 

Volevamo semplicemente fermarci – ha continuato – non riuscivamo a capire come uscirne. Alla fine è stato Edge a capirlo, iniziando a scrivere una canzone dal titolo Sunday Bloody Sunday. Ci disse che avremmo potuto scrivere del settarismo nel nostro paese”. A salvare gli U2, insomma, è stata la musica stessa: “Il netto contrasto tra le persone che uccidono per sostenere ciò in cui credono e quelle che invece donano la propria vita per ciò in cui credono – ha detto ancora Bono – è questa la dialettica che sta alla base di Sunday Bloody Sunday”.

Fu proprio quello il primo brano della tracklist di War, il terzo album della band irlandese pubblicato nel febbraio del 1983, il disco che quindi, in un certo senso, rappresentò un punto di svolta nella loro carriera.

Fonte : Virgin Radio