A Vicenzaoro omaggio a gioielli e orologi d’epoca

Pubblicato il
today 21 gen 2020
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

È un mercato da un miliardo di euro quello che riguarda il settore del collezionismo di gioielli e di orologi d’epoca, che ha conosciuto una crescita esponenziale negli ultimi 30 anni, confermandosi bene rifugio e reinventandosi e ampliando la propria community. E proprio a questo settore i vertici di Italian Exhibition Group hanno deciso, nell’ambito della rassegna internazionale Vicenzaoro January 2020, in corso di svolgimento in fiera, di proporre “Vo Vintage”, inedito ed esclusivo appuntamento con le creazioni leggendarie e gli esemplari introvabili della storia dell’orologio e del gioiello e i più autorevoli protagonisti del settore.

I collezionisti Sandro e Giulio Fratini – @vicenzaoro

Per tre giorni, sino a lunedì sera, collezionisti e appassionati di tutto il mondo, hanno potuto ammirare pezzi unici e rari, alcuni dei quali di valore inestimabile. Gli organizzatori hanno ricordato un precedente storico: il 18 gennaio 1992, all’interno di Vicenzaoro, si tenne l’ultima asta di Antiquorum in Italia e, proprio in quella data, fu battuto un Rolex per 50 milioni di lire, lo stesso prezioso segnatempo che è stato recentemente assegnato nel corso di un’Asta di Phillips per un valore pari a 748 mila dollari.

La rassegna “Vo Vintage”, oltre a pezzi unici e rari, ha visto la presenza di ospiti d’eccellenza: da Sandro Fratini, il più grande collezionista al mondo grazie alla sua leggendaria collezione di 2 mila orologi, agli orologiai di Verga Vintage, maestri nell’arte di revisionare gli orologi d’epoca. In fiera sono passati anche professionisti dell’alta orologeria come Giulio Papi e Ugo Pancani, docente della Fondation de la Haute Horlogerie o profondi conoscitori del mercato, come il direttore de L’orologio Dody Giussani. Garantita la presenza anche di Assorologi, con il suo presidente Mario Persico, che da anni è attiva sui temi dell’intellectual property contro la contraffazione e il commercio dei falsi, la prestigiosa Ahci (Académie Horlogère des Créateurs Indépendants), che raggruppa i più grandi maestri orologiai indipendenti di tutto il mondo.

Copyright © 2020 ANSA. All rights reserved.

Fonte : Fashion Network