[SPOILER] Dolittle: rivelata la scena dopo i titoli di coda del film con Robert Downey Jr.

In continuità con quanto fatto nei Marvel Studios anche il nuovo film con Robert Downey Jr., ovvero l’ultimo adattamento di Dolittle, conterrà una sequenza dopo i titoli di coda che potenzialmente pone le basi per il prossimo film del franchise.

Ormai non è insolito che sempre più studios oltre ai Marvel Studios optino per inserire delle scene post-crediti per lanciare il potenziale sequel del film di riferimento. Tuttavia, sembra alquanto improbabile che vedremo un seguito delle avventure del dottor Dolittle dato il potenziale flop commerciale del film e le previsioni di perdite di circa 100 milioni di dollari. Già le critiche non erano state clementi con la pellicola, ma anche il responso del pubblico non è stato da meno, visto che ha preferito riempire le sale di Bad Boys For Life, che ha infatti facilmente conquistato il weekend al box-office.

Ma torniamo alla scena a sorpresa dopo i titoli: nel film Michael Sheen interpreta un personaggio di nome Dr. Blair Mudfly, uno degli antagonisti della storia. Mudfly e Dolittle hanno dei trascorsi, avendo frequentato la stessa scuola e poi in seguito essendo diventati rivali. Mudfly schernisce insistentemente Dolittle per i suoi metodi insoliti e il suo amore per gli animali ed è intenzionato a fermare il rivale dal trovare l’antico frutto nascosto che potrebbe salvare la vita alla Regina di Inghilterra. A un certo punto, quando i due sono in sella a un drago, Mudfly sembra precipitare verso la morte. Tuttavia, egli ricompare nella scena dopo i titoli di coda, all’interno di una caverna da cui sembra non poter fuggire. Allora scorge un pipistrello con cui prova a parlare allo stesso modo in cui faceva Dolittle. Ma non funziona. Un intero stormo di pipistrelli si risveglia e comincia ad attaccare il villain.

Come potete intuire, questa scena non serve tanto a gettare le basi di un possibile sequel della pellicola (che comunque difficilmente vedremo sullo schermo), quanto a dare una appropriata chiusura a uno dei personaggi.

Il film è costato 175 milioni di dollari, senza includere i costi di promozione. Nel weekend di apertura ha incassato 30 milioni negli Stati Uniti e 50 milioni totali in tutto il mondo. Il problema è che oggi i film che vogliono chiudere per lo meno ripagando i costi di produzione devono generare ingenti incassi sin da subito, cosa che Dolittle non pare destinato a fare.

Dolittle è atteso nelle sale italiane il prossimo 30 gennaio.

Fonte : Everyeye