Qualificazione Olimpica: il Tennistavolo azzurro cerca uno dei 9 posti in palio in Portogallo

Niagol Stoyanov allOpen di Germania 2017Nove squadre maschili e altrettante femminili conquisteranno il pass per i Giochi Olimpici Tokyo 2020 a Gondomar, in Portogallo nel Torneo Mondiale di Qualificazione Olimpica da mercoledì 22 a domenica 26 gennaio. Ogni squadra che si qualificherà avrà diritto a due atleti/e nei rispettivi tornei olimpici singolari.

L’Italia sarà presente in entrambe le competizioni con Mihai Bobocica e Leonardo Mutti (Aeronautica Militare) e con Niagol Stoyanov e Daniele Pinto (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre), guidati dal direttore tecnico Patrizio Deniso e con Giorgia Piccolin, Debora Vivarelli (Centro Sportivo Esercito), Jamila Laurenti (Gruppi Sportivi della Polizia di Stato – Fiamme Oro) e Gaia Monfardini (Tennistavolo Castel Goffredo), seguite dal coach della Nazionale assoluta Maurizio Gatti. Attualmente gli azzurri nel ranking mondiale occupano il 26° posto e le azzurre il 23°.

Parteciperanno a questo Torneo di Qualificazione Olimpica 34 team maschili e 30 femminili. La formula prevede una prima fase, con un tabellone a eliminazione diretta, che promuoverà le otto formazioni che arriveranno ai quarti di finale. La nona compagine sarà la vincente di un secondo tabellone che coinvolgerà le perdenti degli ottavi della prima fase. La manifestazione sarà trasmessa su quattro tavoli in diretta streaming sulla Web Tv della Ittf, al link https://tv.ittf.com/.

Ogni incontro si svolgerà con la formula olimpica, che prevede il doppio iniziale, seguito da quattro singolari. I due doppisti potranno disputare solo un singolare e ogni atleta schierato scenderà in campo al massimo due volte.

In tutto a Tokyo si giocheranno le medaglie sedici squadre. Sono già state ammesse, sia nel settore maschile sia nel femminile, per l’Europa la Germania, per l’Africa l’Egitto, per l’Asia la Cina, per il Nord America gli Stati Uniti, per l’America Latina il Brasile e per l’Oceania l’Australia, alle quali si aggiunge il Giappone, come Paese ospitante.

Fonte : Coni