Clearview AI, le nostre foto sui social usate per il riconoscimento facciale

SE SIETE iscritti a un social network, probabilmente ci siete anche voi nel database dell’azienda che “può porre fine alla privacy come la conosciamo”, come titola Il New York Times accendendo i riflettori su Clearview AI. La piccola azienda fondata da Hoan Ton-That, un ingegnere autodidatta australiano di origini vietnamite, ha raccolto da Facebook, YouTube, Venmo e milioni di altri siti web oltre tre miliardi di immagini di volti per offrire il servizio alle forze dell’ordine americane che possono usarlo per identificare i colpevoli di reato. Alla polizia basta caricare sulla piattaforma di Clearview AI la foto di qualcuno che non riesce a identificare e il sistema rintraccia il nome della persona, oltre a fornire altre immagini prese dal web ed eventuali contatti del suo network (tratti dai social a cui è iscritta).
Sicurezza
Fonte : Repubblica