La rivoluzione del 5G, spiegata in un video da Wired Usa

Con l’avvento del protocollo di quinta generazione, molte cose cambieranno. E potremo anche utilizzare al meglio gli headset per la realtà virtuale, spiega la senior editor Arielle Pardes

C’è un’esperienza molto più trasversale di altre che accomuna milioni di persone nel mondo: il lamentarsi per le connessioni lente. Bisogna ammettere che, rispetto a qualche anno fa, grandi progressi sono stati fatti: ma il meglio deve ancora venire, ad esempio sul fronte del 5G. Le tecnologie e gli standard di quinta generazione potrebbero disvelare nuovi mondi (o, per chi si accontenta: niente più buffering durante la visione delle serie o delle partite sui dispositivi mobili).

In questo video, la senior editor di Wired Usa Arielle Pardes spiega perché il 5G ci aiuterà a valorizzare al meglio tante cose, tra le quali l’auto autonoma, i droni, l’Internet of Things e anche gli headset per la realtà virtuale (belli ma non hanno mai sfondato).

Esiste però anche un importante tema infrastrutturale, spiega la giornalista: ecco perché ci vogliono anni prima di viaggiare a certe velocità. E saremo anche costretti a pensionare i vecchi dispositivi, incapaci di stare al passo con il nuovo segnale, ovviamente.

Fonte : Wired