Cristiano Ronaldo lancia la Juventus in fuga: Parma battuto 2-1 allo Stadium

L’Inter rallenta, la Juventus allunga. Non poteva cominciare meglio il girone di ritorno dei bianconeri di Sarri, che dopo aver sfruttato il pareggio nerazzurro con l’Atalanta, approfittano anche di quello di Lecce per volare a + 4 sulla principale inseguitrice in campionato. Conquistato il passaggio del turno in Coppa Italia soltanto pochi giorni fa, i campioni d’Italia sono infatti riusciti a battere anche un buon Parma e ad allungare in vetta alla classifica. Una mini fuga resa possibile dall’ennesima grande serata di Cristiano Ronaldo: autore della doppietta decisiva

Cristiano Ronaldo sblocca la partita

La buona notizia arrivata questo pomeriggio da Lecce, dove l’Inter di Antonio Conte ha nuovamente rallentato, mette i bianconeri di fronte alla grande occasione di allungare ulteriormente in testa alla classifica. Un’opportunità che la Juventus vuole cogliere al volo aggredendo il Parma sin dai primi minuti di gioco. Sarri lascia in panchina Higuain e manda in campo un 4-3-1-2 con Ramsey alle spalle di Cristiano Ronaldo e Dybala. Nel Parma, che deve fare a meno di Karamoh e Gervinho, l’osservato speciale è invece Kulusevski: vertice sinistro di un 4-2-3-1 che ha in Inglese il riferimento offensivo.

Il primo tempo ricalca quello già visto contro il Cagliari. La Juventus macina calcio ma fatica a trovare lo spiraglio giusto per battere Sepe: ben protetto da una difesa costantemente arroccata al limite dell’area di rigore. Il pallino del gioco è nelle mani della vecchia signora, e soprattutto tra i piedi di CR7: il più vivo dalle parti del connazionale Bruno Alves. Le emozioni più grandi di una prima parte di gara sostanzialmente povera di spunti tecnici, arrivano così solo nel finale. Il gol di Cristiano Ronaldo (conclusione da dentro l’area, deviata da Darmian) e il palo sfiorato da Ramsey, sono infatti il pass che permette ai bianconeri di entrare negli spogliatoi in vantaggio di 1-0.

Szczesny blinda la vittoria

Senza Alex Sandro e Inglese (sostituiti nel primo tempo da Danilo e Cornelius), il secondo tempo è decisamente più divertente dei primi 45 minuti. Lo show si apre al 51esimo con il palo di Danilo: occasione che arriva a pochi minuti dal pareggio di Cornelius e dal raddoppio juventino ancora di CR7. La ripresa piace anche per l’atteggiamento degli ospiti: meno propensi a giocare solo di rimessa e più propositivi in attacco, grazie ad un miglior lavoro sulle corsie esterne e alla crescita di Dejan Kulusevski.

Dopo un paio di buone occasioni per Dybala e Higuain (entrato al posto di Ramsey), nel finale sale in cattedra anche Szczesny. Davanti all’assalto parmense, il portiere polacco si fa trovare pronto e disinnesca prima una botta da fuori area di Hernani e poi una successiva conclusione dalla distanza di Kurtic. Il Parma ci crede ma non sfonda, e il suo forcing termina al 93esimo quando l’arbitro Di Bello fischia tre volte e manda in estasi lo Stadium. Sarri chiude così il weekend con una vittoria pesante e preziosa che lascia dietro di quattro lunghezze l’Inter di Antonio Conte.

Fonte : Fanpage