Trovata una spiegazione per gli ‘ufo’ avvistati nei cieli dell’Ossola

PETER PARKS / AFP

Elon Musk

Decine di punti luminosi perfettamente allineati hanno attraversato ieri sera i cieli dell’Ossola, al confine con il Canton Ticino, dalla Val Divedro alla Val Vigezzo. Un fenomeno inusuale che ha generato molta curiosità e scatenato una ridda di ipotesi che si sono riversate sui canali social e nelle redazioni dei giornali locali. C’è chi ipotizzava un passaggio di aerei da guerra o di velivoli della pattuglia acrobatica elvetica in addestramento notturno. E non sono mancate le ricostruzioni più fantasiose che parlavano di una pattuglia di navi spaziali extraterrestri.

La spiegazione dell’accaduto arriva dal quotidiano di informazione ticinese tio.ch che spiega come il sito di tracciamento satellitare Heavens Above confermerebbe che le luci avvistate fossero gli Starlink, i satelliti del magnate Elon Musk lanciati in orbita il 7 gennaio. Il lancio fa parte del piano della compagnia di creare una costellazione di piccoli satelliti a banda larga, nell’orbita terrestre bassa, per fornire agli utenti di tutto il mondo un accesso a internet ad alta velocità. Anche la vigilia di Natale erano stati segnalati avvistamenti di una sessantina di luci simili sul lago di Como e nel Varesotto e anche in quel caso si scoprì successivamente che si trattava di satelliti lanciati in orbita per l’avveniristico progetto del patron di Tesla.

Fonte : Agi