Derubati degli archi durante il meeting internazionale, riconsegnata l’attrezzatura alla nazionale slovena

Si è risolto a lieto fine il giallo che aveva contraddistinto il meeting internazionale di Tiro con l’Arco svoltosi lo scorso dicembre a Roma.

Arrivata nella Capitale per partecipare al torneo europeo, la nazionale di tiro con l’arco slovena è stata vittima di un furto. Degli ignoti hanno infatti derubato la squadra balcanica della preziosa attrezzatura sportiva con cui si erano arrivati nella Capitale.

Il furto ha fatto immediatamente partire le indagini del commissariato Spinaceto, diretto da Claudio Cacace. Grazie al lavoro degli agenti, la Polizia di Stato, prima delle festività natalizie, è riuscita a rinvenire  l’intero materiale sottratto agli atleti.

La refurtiva è stata trovata nelle vicinanze di un esercizio commerciale sulla Pontina, nei pressi di una boscaglia. Un’area subito attenzionata dagli uomini del commissariato, esperti della zona, poiché già in passato lì era stata trovata della merce rubata. L’attrezzatura sportiva era all’interno di alcuni trolley. 

Gli archi professionali, il cui valore è stato stimato essere di circa 20mila euro, sono stati consegnati venerdì 17 gennaio negli uffici del commissariato Spinaceto, al presidente FITARCO del Lazio. Al dirigente sportivo spetta ora il compito, tramite la Federazione Nazionale, di far riavere il prezioso materiale ai ‘colleghi’ sloveni.

Fonte : Roma Today