007: MGM bloccò uno spin-off sul personaggio di Halle Berry in La morte può attendere

Un franchise così longevo come James Bond stupisce anche per un insolito particolare: la saga dell’agente 007 è rimasta immune, in tutti questi decenni di vita, a qualsiasi tipo di spin-off. Questo non vuol dire che in cantiere non ci sia mai stato nulla, come svelato da Barbara Broccoli e Michael G. Wilson in un’intervista a Variety.

Ci fu una possibile serie tv ispirata a Smallville, che vede un adolescente Bond mentre frequenta il college a Eton. Idea poi scartata da Broccoli e Wilson.
E poi un film spin-off. Barbara Broccoli aveva pensato ad un film dedicato al personaggio di La morte può attendere, Jinx, interpretato da Halle Berry.
“Il film è stato scartato quando MGM si è rivelata fredda sul budget da 80 milioni di dollari”. Una decisione che aveva infastidito Barbara Broccoli.

In quanto produttrice di 007, Broccoli aveva tra i suoi obiettivi principali quello di scrollarsi di dosso quello sciovinismo che caratterizzava le apparizioni di Bond nei romanzi e nei primi film.
Il debutto di Halle Berry nel franchise avvenne nel 2002, stesso in cui al cinema comparve Resident Evil con Milla Jovovich – con un incasso da poco più di 100 milioni di dollari – e l’anno successivo all’arrivo nelle sale di Tomb Raider con Angelina Jolie, capace d’incassare 247 milioni di dollari in tutto il mondo.
E nonostante questo MGM decise di non approvare uno spin-off su Jinx da 80 milioni di dollari di budget. Comprensibile la rabbia di Broccoli.
Altre schermaglie con MGM avvennero anni dopo per il casting di Eva Green in Casino Royale, perché la major era convinta che l’attrice francese non fosse in grado di padroneggiare un accento inglese. Broccoli e Wilson insistettero e vinsero la discussione; Eva Green è tutt’oggi una delle migliori Bond-Girl di sempre.
Daniel Craig è comparso in uno spot di una birra nelle vesti di James Bond. Nel frattempo per il nuovo film, Billie Eilish lavorerà alle canzoni di 007.

Fonte : Everyeye