InReach, nella natura ma con sicurezza

“C’è un piacere nei boschi senza sentieri,
C’è un’estasi sulla spiaggia desolata,
C’è vita, laddove nessuno s’intromette,
Accanto al mar profondo, e alla musica del suo sciabordare: 
Non è ch’io ami di meno l’uomo, ma la Natura di più”

Sono i versi di George Byron, che Sean Penn ha scelto per aprire la versione cinematografica di “Into the wild – Nelle terre estreme”. Ognuno di noi ha la sua “terra estrema”, quel luogo dove, lasciata a casa la routine quotidiana, la cosa più ingombrante nello zaino è la propria voglia di avventura. Che sia un trekking, una corsa in mountain bike, una gita a funghi o anche una escursione in barca a vela, quello è il nostro momento in cui recuperare l’innata voglia di esplorare, di lasciare il conosciuto o anche solo di riprendere un contatto con la natura.

Là dove lo smartphone non arriva

Non è affatto necessario che nostra “terra estrema” sia chissà quanto lontana o esotica, la rotta può tranquillamente portare a pochi metri dal nostro cancello, ma la nostra familiarità con quell’ambiente non può distrarre dai suoi potenziali pericoli. Il rischio più grave è quello di non farsi trovare se lo si desidera. La nostra percezione di un mondo sempre connesso non restituisce esattamente la realtà delle cose. Se è vero che nei centri abitati la copertura telefonica è quasi totale, spesso basta allontanarsi qualche chilometro per trovarsi fuori da qualunque Rete. Recenti casi di cronaca hanno messo a nudo questi “vuoti”, colmabili solo con dispositivi satellitari. La nuova generazione di dispositivi Garmin è specificatamente progettata per comunicare ovunque, specialmente là dove un semplice smartphone non arriva. Consente di essere localizzati ed avere una comunicazione in doppia direzione da ogni luogo del mondo, sia a poche miglia dalla costa che in mezzo all’oceano, dentro un bosco appenninico o in vetta a una montagna himalayana.

InReach Mini

È il nuovo nato di casa Garmin che si propone di essere un fedele compagno di avventure. Colpisce la compattezza del dispositivo, che pesa solo 120 grammi. Comodo da mettere in tasca o tenuto attaccato allo zaino. Resiste agli urti ed è impermeabile. La batteria si carica facilmente e in molto in fretta, ma soprattutto garantisce un’ottima autonomia: dalle 50 ore con invio del rilevamento del percorso ogni 10 minuti, fino a un anno in modalità stand by. La rete satellitare Iridium®, che garantisce una copertura del 100% della superficie terrestre, permette a inReach Mini di inviare e ricevere messaggi di testo da/verso qualsiasi numero di cellulare e/o account di posta elettronica, e naturalmente da/verso un altro dispositivo inReach. In questo modo, quando il proprio smartphone non ha copertura di rete, si può comunicare tranquillamente con compagni di avventura, amici e familiari.

Come funziona

Per accedere e comunicare attraverso la rete satellitare Iridium® è necessario sottoscrivere un abbonamento, che va ad aggiungersi al costo dello strumento. In base alle necessità e alla frequenza di utilizzo, gli utenti possono scegliere tra un abbonamento annuale o uno più flessibile, che consente di usufruire del servizio solo quando se ne ha effettivamente bisogno. Oltre ai tasti, ben plasticati, per muoversi tra i menu, ce n’è un altro fondamentale per la sicurezza: quello per lanciare un SOS. Si tratta di una funzione SOS attiva 24/7 direttamente collegata al centro di coordinamento emergenze internazionale GEOS®. Una volta ricevuto il messaggio, l’operatore avrà già localizzato il punto di partenza e gli utenti inReach potranno interagire comunicando la tipologia di emergenza, la gravità del problema e ricevere immediatamente indicazioni su come gestire la situazione in attesa dell’arrivo dei soccorsi. Il dispositivo è facilmente accoppiabile a tutti i device con Bluetooth. Scaricando l’app Earthmate® sul proprio smartphone o tablet, inReach Mini consente così di accedere comodamente a mappe e immagini aeree.

Garmin GPSMAP®, prezzi e disponibilità

In questo senso, per chi volesse uno strumento più sofisticato, Garmin si è di dotata GPSMAP® 66i, palmare con un ampio schermo da 3’’, che combina i sistemi satellitari GPS, GLONASS e GALILEO con i sensori interni (altimetro, barometro, bussola) e con la scelta cartografica disponibile. GPSMAP® 66i dispone di una mappa TopoActive Europe già installata. Garmin inReach Mini è disponibile a un prezzo consigliato al pubblico di 349,99€, mentre Garmin GPSMAP® 66i è disponibile ad un prezzo consigliato al pubblico di 599,99€.

Garmin aggiorna la linea Fenix: arriv...

Garmin aggiorna la linea Fenix: arriv...


Fonte : Sky Tg24