Dalla terra al piatto: a Kokè storie di ‘Resistenza contro la grande distribuzione’

Chi ha raccolto i pomodori che mangiamo?
Chi li ha trasformati in passata?
Ciò che finisce sulle nostre tavole è stato coltivato senza sfruttamento del lavoro? 
Un produttore, Pietro Fragrasso, e un esperto di caporalato, Fabio Ciconte, con l’aiuto di un giornalista, Massimo Veneziani (Tg3), si incontrano per parlare del filo rosso che li unisce: l’etica. 
Sarà il racconto di un viaggio che parte dal seme e arriva fino alle nostre tavole: un’occasione per confrontarsi e anche per assaggiare dei prodotti realizzati rispettando la terra e i diritti dei lavoratori. 
Perché una spesa responsabile è ancora possibile.

‘Dalla terra al piatto. Resistenza contro la grande distribuzione’ è un evento organizzato da Kokè in via Rosa Govona 11, Roma, per mercoledì 29 gennaio 2020 a partire dalle ore 19.

FABIO CICONTE

È direttore dell’associazione ambientalista “Terra!” e portavoce della campagna Filiera Sporca, contro il caporalato e lo sfruttamento del lavoro in agricoltura, di cui ha curato i rapporti di ricerca. Impegnato da anni in battaglie ambientali e sociali, ha realizzato diverse inchieste giornalistiche sulle filiere agroalimentari per “Internazionale” e redatto pubblicazioni e studi per enti pubblici e privati. È autore, insieme a Stefano Liberti, de “Il grande carrello – chi decide cosa mangiamo”, edito da Laterza.

MASSIMO VENEZIANI

Giornalista della redazione cronaca del Tg3. Ha realizzato in Italia e all’estero diversi servizi e reportage sul tema dell’immigrazione. Si occupa di quello che accade nelle campagne italiane raccontando le condizione di vita e lavoro dei braccianti stranieri.

PIETRO FRAGRASSO

È presidente della Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto” di Cerignola (Fg) impegnata nella promozione della giustizia sociale ed economica attraverso la diffusione di una cultura dell’antimafia, la pratica di un’agricoltura sostenibile, l’educazione alla legalità e al consumo critico. La Cooperativa dal 2010 gestisce il Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone”, bene confiscato alla mafia su cui produce olive “Bella di Cerignola” e pomodori.

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
INGRESSO RISERVATO AI TESSERATI ARCI 2019/2020
Al Kokè è possibile rinnovare la tessera Arci o iscriversi per la prima volta.
Clickando sul link https://portale.arci.it/preadesione/koke/ è anche possibile pre-iscriversi, per poi ritirare la tessera direttamente al Kokè.
La tessera Arci costa 6 euro ed è valida fino al 30 settembre 2020.
Con questa tessera puoi accedere a un’intera stagione di attività, eventi e manifestazioni presso tutti i circoli Arci d’Italia.

Fonte : Roma Today