Huawei P40 Pro: svelati i dettagli del nuovo smartphone di punta

A marzo 2020 Huawei dovrebbe tenere un evento di presentazione dei nuovi smartphone top di gamma, oggetto nelle ultime settimane di varie anticipazioni. L’ultima riguarda il modello Huawei P40 Pro, che rappresenterà la punta di diamante della nuova serie. Stando a quanto comunicato su Twitter dal leaker Nathan Bass tra le caratteristiche principali del device spiccano una scocca in ceramica e un modulo posteriore contenente ben cinque fotocamere, dunque due in più di Huawei P40, descritto da alcune recenti indiscrezioni. Come già accaduto per il modello Mate 30 Pro, l’azienda cinese potrebbe lanciare lo smartphone senza app Google a bordo.

Cinque fotocamere per Huawei P40 Pro

Grazie ai rumours diffusi da Nathan Bass emergono nuovi dettagli su Huawei P40 Pro, il modello più performante della serie che la casa di Shenzhen dovrebbe presentare a marzo. Se il lato anteriore dello smartphone riserva poche sorprese, con un display curvo da 6,7 pollici con gli angoli smussati, l’assenza del notch e due obiettivi frontali, sul retro si concentrano gli aspetti di maggiore interesse. Oltre alla scocca in ceramica, visibile nelle immagini diffuse nelle colorazioni bianca e nera, Huawei P40 Pro punterà forte sul comparto fotografico, dotato di ben cinque sensori. Accanto alla fotocamera principale da 52 megapixel dovrebbero infatti esserci un grandangolare da 40 megapixel, un teleobiettivo e il sensore Time of Flight. In totale lo zoom ottico dello smartphone dovrebbe raggiungere i 13x con un aiuto lato software.

Novità anche al Mobile World Congress 2020

La serie Huawei P40 verrà probabilmente svelata a marzo, dopo il Mobile World Congress di Barcellona fissato per febbraio durante il quale l’azienda cinese potrebbe già svelare una nuova versione dello smartphone pieghevole Mate X. Durante l’evento spagnolo anche Samsung sembrerebbe intenzionata ad annunciare alcune importanti novità, dal Galaxy Fold 2 alla serie Galaxy S11. Pur continuando a guardare avanti, Huawei non ha ancora certezze sul lato software: qualora la revoca della licenza Android non fosse annullata, l’azienda di Shenzhen dovrebbe nuovamente optare per un telefono privo di applicazioni e servizi Google.

Fonte : Sky Tg24