Fitness? Fa bene al corpo, ma anche alla creatività. La top 10 degli esercizi

Fitness, Missione 2020: migliorare forza, agilità e controllo,  ma soprattutto, potenziare il FLOW, ovvero il flusso del movimento, per liberare il talento e il potenziale individuale. Sono questi gli obiettivi che Natked, il metodo di allenamento funzionale ispirato da un approccio olistico al Wellness, si propone di far raggiungere ai tanti allievi della sua Academy.

“Il Metodo Natked ribalta la concezione del Work Out basato sulla semplice forza fisica perché riporta in primo piano l’equilibrio funzionale fra corpo e mente”, spiega Gianluca De Benedictis, Presidente e Direttore Tecnico di Natked Group.

Il Metodo Natked: eleganza, fluidità, forza

Il metodo di allenamento Natked si sviluppa attraverso tre stili diversiElements, che attraverso l’uso sempre più consapevole del movimento mira a restituire eleganza ed equilibrio al corpo; Flow, un insieme di setting atletici in sequenza per migliorare fluidità e flessibilità; Strength, esercizi mirati per migliorare forza e resistenza.

La Top 10 di esercizi

Raggiungere una maggior fluidità nei movimenti è più semplice di quanto possa sembrare. Come? Ecco alcuni semplici esercizi, eseguiti e illustrati da Micol Aranna Marzio, Responsabile del Centro Natked di Porta Nuova e Movement & Flow Trainer, che potrete fare anche a casa, ripetendoli in sequenze da 15 – 20 minuti.

Imparare i singoli movimenti e ripeterli creando delle mini coreografie vi aiuterà a creare il FLOW, facendo uscire il vostro corpo dagli automatismi dei gesti quotidiani”, prosegue il Portavoce Natked.

Esercizio 1 e 2: Strength (Potenziamento)

PLANK: mani sotto le spalle, spingo via il terreno allontanando le scapole tra loro, mantengo una leggera retroversione del bacino attivando addome e glutei.

Esercizi 3 e 4: Flow (Fluidità/Mobilità’)

SCORPIONE: partendo dalla posizione di plank sollevo una gamba e la porto verso l’alto con il bacino. Spingo il torace alle cosce senza perdere la pressione contro il pavimento. Sollevo il tallone della gamba di terra ed extra ruoto la gamba sollevata piegando il ginocchio con l’obiettivo di aprire l’anca.

Esercizi 5 e 6: Elements (Improvvisazione)

3 POINTS: partendo dalla posizione di plank stacco un punto di appoggio (mano o piede) e

bilancio il corpo sui tre punti rimanenti. Riposiziono l’arto sollevato in un punto differente rispetto a quello di partenza.

Esercizi 7 e 8: Strength (Potenziamento)

AFFONDO: piedi distanti larghezza bacino, eseguo un passo in avanti con il piede destro, con il ginocchio sinistro scendo a sfiorare il pavimento. Faccio attenzione nella discesa a creare due angoli di 90 gradi con le ginocchia. Ripeto a sinistra.

Esercizi 9 e 10: Flow (Fluidità/Mobilità’)

DRAGON SQUAT: porto il peso sulla gamba sinistra e faccio scivolare la gamba destra dietro al ginocchio sinistro incastrando la coscia contro il ginocchio e cercando di raggiungere un punto lontano con la punta del piede. Il busto si inclina per controbilanciare il peso.

Fonte : Affari Italiani