Centocelle, installate due nuove pietre d’inciampo: “Abbiamo riportato a casa due concittadini”

Sono state installate a Centocelle martedì 14 gennaio le due nuove pietre di inciampo dedicate ai partigiani Italo e Spartaco Pula. Il progetto realizzato dall’Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros e coordinato dalla ricercatrice di storia contemporanea Stefania Ficacci, è arrivato alla sua quarta edizione. “Anche quest’anno”, scrive l’associazione “ha portato l’opera artistica #stolpernsteine delle scultore tedesco Gunter Demnig nelle strade del quartiere di Centocelle. Come ogni volta, abbiamo vissuto momenti di gioia e di commozione insieme ai familiari delle vittime, trucidati dai nazisti alle Fosse Ardeatine”.

Leggi tutta la storia del progetto e dei due partigiani

Alla cerimonia di installazione in via Ceccano 13 e in via Ceprano 58 erano presenti le figlie, il genero e le nipoti e pronipoti dei due partigiani. C’erano anche i bambini della Scuola Primaria Romolo Balzani, del Liceo Classico Benedetto Da Norcia con gli insegnanti, Arteinmemoria, l’Anpi Centocelle, la SPI CGIL V e i rappresentanti delle istituzioni municipali. “Ma soprattutto c’erano tanti cittadini, che con noi hanno condiviso questo momento di ricordo, ma anche di gioia. Ci piace infatti pensare che, anche quest’anno, abbiamo riportato a casa due nostri concittadini. Lo abbiamo fatto attraverso l’arte, ma anche la ricerca storica curata dal nostro team di ricercatori”.

Tra Torpignattara e Centocelle si aggiungono così altri due tasselli di memoria che da ormai quattro anni stanno ridefinendo la geografia della storia di questi quartieri. In quattro anni sono 15 le pietre d’inciampo installate nel V municipio dall’associazione Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros. 

Fonte : Roma Today