Cynthia Erivo, nominata agli oscar 2020, commenta il tweet di Stephen King sulla diversità

Cyinthia Erivo è l’unica attrice di colore ad aver ricevuto la nomination quest’anno. Ora mette in chiaro il suo punto di vista in merito alle parole di Stephen King sulle diversità agli Oscar contenute in un tweet in cui l’autore, membro dell’Academy, affermava di voler giudicare soltanto l’arte, senza tenere in conto motivazioni etniche.

Gli oscar 2020 sono stati poveri di nomination per le attrici di colore e Cynthia Erivo, candidata come miglior attrice protagonista per il film Harriet, biopic incentrato sulla nota figura dell’attivista che ha combattuto per l’abolizionismo Harriet Tubman, commenta la situazione anche in merito al tweet di King sulle diversità. L’autore, membro dell’Academy, aveva sollevato un certo numero di critiche dicendo di voler giudicare esclusivamente l’opera artistica che ha di fronte, senza tenere conto di ragioni razziali.

Intervistata durante l’evento stampa per il Television Critic Association, Erivo ha risposto così:

Sento che quest’anno abbiamo avuto un sacco di belle opere grazie al lavoro di persone di diversa origine: donne di colore, donne in generale. Sono una delle giocatrici in campo, quindi se ho modo di giocare è quello che farò. E se riuscirò a fare spazio perché anche altre abbiano la possibilità di giocare è quello che farò, ma è anche compito di chi è sempre stato abituato gestire le cose in una certa maniera iniziare a pensarla diversamente”

Ha concluso poi auspicando un cambiamento sostanziale nel modo in cui vengono assunte tutte le professionalità di Hollywood, nella speranza che in futuro ci sia più spazio per la diversità in modo che si inizi a rappresentare una realtà fin’ora ancora troppo taciuta.

Non è la prima polemica scoppiata recentemente, infatti molte lamentele si sono sollevate a causa della presenza esclusiva di registi uomini agli Oscar

Fonte : Everyeye