Blocco del traffico, lo stop ai diesel non serve: lo smog continua ad aumentare

Il blocco delle auto, comprese quelle diesel euro 5 ed euro 6, per contrastare l’inquinamento dell’aria a Roma non serve. Lo smog infatti continua ad aumentare. A certificarlo le rilevazioni dell’Arpa Lazio relative alla giornata di ieri: le concentrazioni di Pm10 hanno superato il limite di 50 microgrammi al metro cubo in 9 centraline su 13. 

In quasi tutte le stazioni di misurazione, comunque, i valori sono aumentati, con il picco di via Tiburtina, dove si è passati dai 67 microgrammi di martedì ai 74 di mercoledì. Peggioramenti anche a Preneste (da 57 a 58), Corso Francia (da 52 a 53), Cinecittà (da 57 a 66), Cavaliere (da 43 a 45), Fermi (da 55 a 59), Bufalotta (da 53 a 61), Cipro (da 50 a 53), Arenula (da 51 a 55) e Malagrotta (da 46 a 48). I miglioramenti si registrano a Villa Ada, da 51 a 42, e Castel di Guido, da 36 a 35. Mentre rimane stabile Magna Grecia a 58.
Ieri, lo ricordiamo, si è svolta, non senza polemiche, la seconda di tre giornate di stop volute dal Campidoglio per tutte le auto diesel e per le categorie di veicoli più inquinanti.

Si attende ora la decisione del Campidoglio su un eventuale prolungamento del blocco anche alle giornate di venerdì 17 e sabato 18 gennaio.
 

Fonte : Roma Today