Paragone attacca Di Maio: “Andiamo davanti al giudice, vincerò la causa”

Gianluigi Paragone vuole rientrare nel Movimento 5 stelle e spiega di aver fatto appello al collegio dei garanti – il viceministro Cancelleri, il sottosegretario Crimi e Roberta Lombardi – che rappresenta un “secondo grado di giudizio” nel provvedimento che ha emerginato il senatore nel Gruppo Misto. 

“Al Misto? Mi sento un po’ un emarginato… Io voglio rientrare nel M5s e continuare a chiedere il rispetto del programma” spiega Paragone a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora.

Il leader del M5s Luigi Di Maio, ospite di Cartabianca, ha spiegato chiaramente i motivi della sua espulsione: avrebbe dovuto votare la fiducia come da regolamento.

“È falso quel che dice Luigi. Nel regolamento c’è scritto di votare la fiducia ogni volta che è necessario, e nel mio caso il mio voto non lo era. Caro Di Maio – ha proseguito Paragone a Rai Radio1 – andiamo davanti al giudice e io vincerò, regolamento alla mano”.

Paragone cacciato dal M5s, Di Battista lo difende: “Più grillino di tanti”

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Caricamento in corso...

Caricamento dello spot...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte : Today