“Senatori a 25 anni”: primo passo per la riforma che estende il voto anche ai 18enni

Via libera all’emendamento per estendere ai 18enni il voto per il Senato. La proposta di modifica alla riforma costituzionale è stata approvata dalla commissione Affari Costituzionali del Senato. Si tratta di un primo passo visto che come tutte le leggi di riforma costituzionale dovranno essere approvate in duplice lettura.

Il testo – a prima firma del parlamentare Pd Dario Parrini – prevede inoltre che anche i 25enni potranno essere eletti senatori.

“Il provvedimento andrà al più presto in aula” spiega il senatore che parla di “riforma epocale per superare la paradossale e ormai anacronistica esistenza di un ramo del Parlamento dotato degli stessi poteri dell’altro ma non eletto a suffragio universale”.

Oggi, in base alla Costituzione, per votare per il Senato sono invece richiesti 25 anni compiuti e per diventare senatori bisogna averne almeno 40. L’emendamento approvato oggi dalla commissione competente di Palazzo Madama equipara i requisiti per eleggere ed essere eletti senatori a quelli previsti per la Camera dei Deputati, ovvero 18 anni per votare e 25 per essere eletti.

Fonte : Today