Incidente metro Napoli, lo stop potrebbe durare mesi: potenziate linee bus

L’incidente fra i tre treni della Linea 1 della metropolitana di Napoli avvenuto questa mattina rischia di avere lunghe ripercussioni anche per il traffico cittadino. Con l’intera tratta della metropolitana ferma da Garibaldi a Piscinola ed i tempi di riapertura tuttora sconosciuti, ma prevedibilmente lunghi, l’Azienda Napoletana Mobilità ha optato per il potenziamento delle linee autobus. In particolare, potenziate le linee con maggiore affluenza: la linea 139 (Cardarelli-Dante), la 168 (Frullone-Dante), la 604 (Cardarelli-Dante), la linea R2 (Parcheggio Brin-Piazza Trieste e Trento) e la linea R5 (Parcheggio Brin-Scampia).

Secondo quanto riportato da alcune fonti interne all’Azienda Napoletana Mobilità a Fanpage.it, lo stop potrebbe durare addirittura diversi mesi: forse all’origine dell’incidente ci sarebbe il fatto che uno dei treni coinvolti sarebbe “scivolato” sui binari”, colpendo l’altro all’altezza dello scambio per immettersi sulla linea. Il bilancio provvisorio è di tre feriti: tra questi un macchinista portato in ospedale le cui condizioni sarebbero gravi. Sul posto ambulanze, vigili del fuoco e forze dell’ordine da questa mattina per coordinare i soccorsi e accertare le esatte dinamiche del tutto. Nelle prossime ore, la Procura della Repubblica di Napoli aprirà con ogni probabilità un fascicolo sull’incidente.

Fonte : Fanpage