Harvey Weinstein: il giudice respinge la mozione della difesa dopo i rimproveri in aula

Il giudice James Burke ha respinto la richiesta della difesa del produttore Harvey Weinstein, di fare un passo indietro nel processo contro il potente produttore hollywoodiano, in seguito ai suoi rimproveri sull’uso del cellulare da parte di Weinstein nell’aula di tribunale. Burke ha rilasciato una dichiarazione per spiegare la motivazione.

“Per prima cosa dico solo l’ovvio: non c’è nulla di pregiudizievole o provocatorio nell’aver rimproverato un imputato recalcitrante” ha spiegato Burke “Tutto quello che volevo fare era spaventarlo abbastanza da fargli smettere di usare il suo telefono. Il tribunale non conosce il verdetto, il tribunale non ha fatto appello a ciò che potrebbe o non potrebbe essere. In realtà non ho un opinione sul caso e certamente non so quali saranno le prove che probabilmente saranno o potrebbero essere ricevute dalla giuria” ha concluso il giudice.

James Burke inoltre ha dichiarato che in almeno altre tre occasioni precedenti, Harvey Weinstein aveva usato il suo cellulare in tribunale ed era ‘provocatorio e arrogante con gli ufficiali del tribunale quando gli veniva chiesto di riporre i suoi telefoni”.
Mercoledì pomeriggio la difesa aveva presentato una mozione, accusando il giudice Burke di ‘parzialità’ o di ‘apparente parzialità’, per i suoi commenti provocatori sull’uso del telefono di Weinstein. Prima della decisione di Burke, la difesa ha ribadito la sua richiesta di ricusazione.
“La semplice apparenza di scorrettezza, in termini di commenti della corte, si presta ad una richiesta di ricusazione, Vostro Onore, e vi chiediamo di concederne una” ha dichiarato l’avvocato di Weinstein, Donna Rotunno.
L’accusa si è opposta a tale mozione:“Il fatto che non abbiate punito l’imputato per aver usato il suo cellulare in passato e sfortunatamente voi abbiate un motivo per farlo di nuovo non è ciò che la rende imparziale in questo caso” ha spiegato l’assistente del procuratore distrettuale, Joan Illuzzi.
In caso di assoluzione Harvey Weinstein si è dichiarato pronto a ricostruire la propria carriera. A dicembre tuttavia Weinstein è stato accusato di aver violentato una modella sedicenne.

Fonte : Everyeye