Samsung Galaxy S20+, ecco le prime foto

La prossima ammiraglia dei coreani dovrebbe debuttare a febbraio appena prima del Mobile World Congress

Galaxy S20 plus leak(Foto: @MaxWinebach Twitter)

Samsung Galaxy S20+ 5G appare in alcune foto rubate che scaldano l’attesa verso la presentazione del nuovo top di gamma dei coreani, che sarà svelato tra poco più di un mese. Sembra tutto confermato, dalle voci sul nome a quelle sul design e, di conseguenza, sulla dotazione hardware.

Quando uno scatto (anzi, tre) vale molto di più di mille tweet e di leaks: dai forum di Xda è apparsa questa serie di immagini che mostrano il fronte e il retro di un nuovo smartphone marchiato Samsung oltre che della schermata di accensione che mostra chiaramente la scritta Samsung Galaxy S20+ 5G. Sarà proprio questo il nome della nuova ammiraglia.

Niente S11 e, come si era di recente anticipato, salto direttamente alla cifra tonda. Esteticamente non si può che pensare alla famiglia Galaxy Note 10 con un fronte pulito e con bordo praticamente assente e un foro centrale per la fotocamera da selfie. Mancherà la S-Pen, naturalmente.

(Foto: @MaxWinebach Twitter)

Il retro racconta di una multi-camera che promette altissime prestazioni. I quattro sensori sono accompagnati dal flash all’interno di un rialzo rettangolare. Ci dovrebbe essere un occhio principale da 108 megapixel accompagnato da un teleobiettivo, un ultragrandangolo e una lente macro. Gli altri due elementi sono appunto un flash e, forse, un microfono.

Piuttosto beffardo lo sticker subito sotto: “Confidenziale, nessuna foto permessa, non divulgare leak”. L’immagine frontale mostra anche l’interfaccia che sarà quella proprietaria One Ui. Interessante notare anche che il vetro frontale sarà piatto e non più curvo per più solidità e semplicità.

Il display potrebbe aumentare la frequenza di aggiornamento, almeno a 120 Hz, dovrebbe anche migliorare la batteria e relativa autonomia e – come da nome – montare il modem 5G per connettersi ad alta velocità e bassa latenza. Non resta che attendere poco più di un mese per avere tutte le risposte definitive.

Fonte : Wired