Bimbo di 3 anni muore per un tumore al cervello: “Per i medici era solo febbre”

Cinque attacchi epilettici in un solo mese, il gennaio del 2019, eppure solo cinque mesi più tardi i medici sono riusciti a diagnosticargli la terribile malattia di cui era affetto, un cancro al cervello. E’ la storia di Romeo Teixera, un bimbo di Leamington, nel Regno Unito morto lo scorso 30 dicembre. I dottori erano convinti la la sua fosse semplice febbre, ma il bambino aveva un tumore. La vicenda viene ricostruita dal tabloid The Mirror.

Il padre e la madre del piccolo, che aveva solo tre anni, sostengono che la causa principale della sua morte sia stata l’errata diagnosi. I medici infatti sostenevano che avesse solo febbre alta. Romeo Teixera ha subito cinque convulsioni nel gennaio 2019, ma non è stata diagnosticata la sua condizione fino a giugno. Dopo una coraggiosa battaglia con il cancro, Romeo è morto il 30 dicembre. Suo padre Leandro disse: “Un giorno sono tornato a casa dal lavoro e Romeo ha provato a fare un passo ed è subito caduto. A gennaio 2019, ha avuto cinque convulsioni in due ore, quindi abbiamo pensato che qualcosa non andasse”.

I genitori lo portarono in ospedale, dove venne dimesso perché i medici ritennero che non avesse niente di grave. Solo a giugno i genitori scoprirono la verità. “Aveva un tumore al cervello di 12 centimetri”, racconta straziato il padre. Iniziò così per il bambino e i suoi genitori un calvario di sei mesi, dentro e fuori gli ospedali. Romeo si sottopose alla chemio, ma purtroppo non fu abbastanza per salvargli la vita.

Fonte : Fanpage