“Hobby Flora costretto a sgomberare”, la petizione per salvare il garden del Torrino

In poco più di 24 ore la petizione per salvare Hobby Flora Garden ha superato le 1300 adesioni: ne restano poche centinaia ancora prima di raggiungere l’obbiettivo fissato a 1500. La raccolta firme, indirizzata alla sindaca Virginia Raggi e al Dipartimento Patrimonio del Comune di Roma, servirà a salvare il “garden della chiusura”. 

Il garden del Torrino che non deve chiudere 

Nel 2020, a seguito di notifiche da parte di Roma Capitale, Hobby Flora​ sarà costretto a chiudere e a sgomberare, facendo tornare nell’abbandono un’area già in passato degradata nel Parco delle Costellazioni” denunciano gli ideatori della petizione determinati a salvare lo spazio situato all’interno del quartiere Torrino.

Nel testo che accompagna la raccolta firme, diffuso intanto sulla piattaforma Change.org, si legge anche quanto accadrà in caso di sgombero: 18 persone resteranno senza lavoro, non ci sarà un parco giochi sicuro, né un bagno pubblico. 

La petizione sarà consegnata alla sindaca e al dipartimento patrimonio

Sottolineando il percorso realizzato negli ultimi 9 anni e ripercorrendo la genesi della struttura e l’utilità che rappresenta per il quartiere, gli organizzatori della petizione hanno aggiunto: “Perché l’attuale amministrazione, specialmente del IX Municipio deve avere un atteggiamento di fatto punitivo verso imprenditori, lavoratori e cittadini che hanno investito per recuperare un’area abbandonata? Hobby Flora​ e i suoi lavoratori vogliono solo concludere un percorso lavorativo e imprenditoriale-finanziario senza Welfare e fallimenti e, rientrati dell’investimento, consegnare al Comune un’area pronta e bonificata per farne l’uso opportuno”. 

Fonte : Roma Today