Lotta alle piazze di spaccio, blitz nelle periferie: 19 arresti. Dosi nascoste anche in slip e calzini

Il Questore Carmine Esposito lo aveva annunciato, il ministro dell’Intero Luciana Lamorgese lo ha confermato: “Non ci saranno zone franche”. Dopo l’omicidio di Luca Sacchi i controlli nelle piazze di spaccio di Roma continuano. Non solo in periferia, però: da Trastevere a Termini, passando per Tor Bella Monaca, San Basilio e San Pietro. Polizia e carabinieri negli ultimi giorni hanno arrestato 19 spacciatori, sequestrando oltre 18mila euro e centinaia di dosi di stupefacente.

Le piazze di spaccio “aperte” e “chiuse” a Roma 

D’altronde c’è spazio per tutti quando si tratta di vendere droga. Le piazze dello spaccio sono ormai divise in due categorie, quelle “aperte” e quelle “chiuse”. Le prime sono quelle mappate, note ai più, quartier generali fuori e al limite del confine con il Grande Raccordo Anulare che riforniscono la Capitale.

Poi ci sono le piazze “aperte”, quelle senza padroni in cui con il contatto giusto si può acquistare e rivendere qualunque sostanza.  

Nove pusher arrestati in 36 ore dai carabinieri 

In un giorno e mezzo, i carabinieri hanno passato al setaccio le vie più o meno note. Il bilancio è di 9 persone arrestate. Sono stati sequestrati complessivamente circa 100 dosi tra marijuana, cocaina, crack ed eroina. Sequestrati anche circa 1800 euro in contanti. Nei pressi della stazione Termini, un cittadino del Gambia di 30 anni è stato arrestato perché trovato in possesso di 10 dosi di marijuana.

Un 45enne romano, in lungotevere delle Farnesina invece, è stato notato da una pattuglia mentre cedeva alcune dosi di marijuana ad un giovane acquirente, identificato e segnalato al Prefetto. In via Angelo Emo, sono finiti in manette un cittadino del Senegal di 28 anni e un 37enne indiano, trovati in possesso di 10 involucri elettrosaldati contenenti eroina e la somma contante di 155 euro.

A San Basilio, nella nota piazza di spaccio di via Corinaldo, i Carabinieri hanno pizzicato una coppia, lui di 24 e lei di 37 anni, entrambi già con precedenti, mentre spacciavano dosi di cocaina. Nelle loro tasche i militari hanno rinvenuto e sequestrato anche 545 euro in contanti.

Nel quartiere di Tor Bella Monaca, in due distinte in operazioni sono finite in manette 3 persone. In via Santa Rita da Cascia, i Carabinieri hanno pizzicato un 43enne romano già sottoposto all’obbligo di firma, trovato in possesso di 10 dosi di eroina e 9 di crack e circa 500 euro in contanti. Poco più tardi in via Melissano, i militari hanno arrestato due romani di 45 e 30 anni, mentre cedevano dosi di cocaina.

spaccio carabinieri-3

10 arresti e 16.880 euro della polizia

Proseguono i controlli anche della polizia. Il primo a finire in manette in via di Tor Cervara è stato un 33enne egiziano che utilizzava per la sua attività una bicicletta. Nonostante il suo tentativo di fuga, l’uomo è stato bloccato in via di Tor Sapienza. Perquisito è stato trovato in possesso di 16 grammi di marijuana. 

Dovrà rispondere, invece, anche di resistenza a pubblico ufficiale, il giovane ragazzo gambiano che, trovato in possesso di diverse dosi di marjuana in via Giovanni Giolitti, ha aggredito uno degli agenti procurandogli un lieve trauma cranico giudicato guaribile in 5 giorni. Ad arrestare l’uomo, i poliziotti del commissariato Esquilino e Viminale.

In via di Val Melaina gli agenti del Reparto Volanti, durante il pattugliamento ordinario, hanno fermato per un controllo un 35enne romano. Addosso gli sono state trovate diverse dosi di cocaina e hashish, e pertanto è stato arrestato. Sempre in via Giolitti gli agenti del commissariato Viminale hanno arrestato un egiziano di 20 anni, con addosso diverse dosi di hashish.

A Colle Oppio, all’interno del parco, un uomo di 33 anni originario del Mali è stato sorpreso dagli agenti del commissariato Celio mentre cedeva un piccolo involucro in cambio di una banconota di 20 euro. Perquisito è stato trovato con 240 euro in contanti, tutti in banconote di piccolo taglio. Sanzionato amministrativamente il cliente

Un altro pusher è stato bloccato dagli agenti del commissariato Aurelio, dopo una intensa attività investigativa sviluppatasi con specifici servizi di appostamento nei pressi della sua abitazione. In casa i poliziotti hanno trovato materiale idoneo al confezionamento della sostanza stupefacente, 150 grammi di cocaina circa e all’interno di una cassetta di sicurezza, nella camera da letto, 16.880 euro in contanti. 

Aveva nascosto 28 dosi di cocaina, negli slip e nel calzino, un 22 romano, arrestato dagli agenti del Reparto Volanti durante il controllo del territorio in zona Borghesiana. Ed infine in via Dionisio i poliziotti del Reparto Volanti hanno arrestato, un ragazzo di 27 anni romano, uno di 19 anni milanese e uno di 18 anni anche lui romano. Perquisiti i tre giovani sono stati trovati in possesso di 300 euro in contanti, e 70 grammi di droga del tipo hashish e marijuana.

10.01.2020 Aurelio soldi e droga_Mod-2

Fonte : Roma Today