Torino, tornano in piazza i No Tav: “Solidarietà a Nicoletta Dosio”

Il movimento No Tav è tornato sabato in piazza a Torino. In migliaia sono partiti da Piazza Statuto in corteo fino a Piazza Castello nel centro di Torino. La manifestazione è in segno di solidarietà nei confronti di Nicoletta Dosio, 73 enne insegnante in pensione, uno dei personaggi di punta del movimento, arrestata a fine dicembre.

No Tav, manifestazione oggi a Torino

“Nicoletta libera. Fuori i compagni dalle galere” hanno scandito i manifestanti, mentre in apertura campeggiava lo striscione “Amnistia per i reati sociali”.

“Questa manifestazione è per denunciare l’accanimento giudiziario e la repressione contro il movimento No Tav e contro le persone del movimento”, ha detto il leader del movimento Alberto Perino.

Alla partenza del corteo Tommaso Cerno, senatore del Pd  ha letto i nomi degli antifascisti ricordati in piazza XVIII dicembre. “Nel giorno dell’anniversario, un mese – hanno spiegato gli organizzatori  – a farlo era stato l’assessore regionale Roberto Rosso poi arrestato per voto dis cambio politico mafioso. La scelta di far leggere i nomi a Cerno, va considerato un gesto simbolico per riconsacrare questo luogo dopo la commemorazione in cui era presente l’ex assessore regionale Roberto Rosso”.

Chi è Nicoletta Dosio

I carabinieri hanno arrestato a fine 2019 Nicoletta Dosio per scontare la condanna che le era stata definitivamente inflitta alcuni mesi fa assieme ad altri 11 compagni attivi nella difesa della valle per una manifestazione di alcuni anni fa. Nicoletta Dosio aveva rifiutato gli arresti domiciliari e per un breve periodo la pena era stata sospesa. Poi la sospensione è stata revocata e la pena è divenuta esecutiva.

La repressione è segno della loro debolezza e della nostra forza -aveva detto Nicoletta Dosio qualche mese fa- non siamo soli e per noi questa repressione è motivo di orgoglio. Non ci sono governi amici, la nostra e’ la lotta di un popolo che non si arrende ma è sempre più vivo e combatte contro un’opera inutile, dannosa e sottrae soldi pubblici”.

No Tav, la “pasionaria” Dosio

Fonte : Today