Rubate le offerte per i piccoli pazienti oncologici: la strategia dei ladri è sempre uguale

Hanno colpito ancora. La banda del salvadanaio ha rubato le offerte per i bambini ricoverati in ospedale nel reparto di Oncoematologia pediatrica. Il metodo è sempre lo stesso: un uomo accompagnato e un ragazzino di circa 11 anni portano via i bussolotti delle raccolte di beneficenza esposti sui banconi e vicino alle casse dei bar della città di Rimini e dintorni. 

Episodi simili sono stati registrati ai danni del Caffè Commercio di Rimini e del caffè Il Borgo di San Giuliano, in quest’ultimo sono stati immortalati dalle telecamere di videosorveglianza, ma nuove segnalazioni arrivano da altre attività. Gli ultimi due sono avvenuti a Viserba, dove è stato preso di mira il bar Tartughino di via John Lennon, e a Santarcangelo all’Interno 17 Cafè di via Braschi. Nel primo caso a sparire è stata la cassetta della raccolta fondi organizzata dall’Associazione a Tutela dell’Arte Presepiale – Rimini che stava raccogliendo le offerte per donare qualche momento di serenità ai piccoli pazienti del reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Infermi. Nella città clementina, invece, ad essere rubati sono stati due salvadenai a forma di maialino dove venivano raccolte le mance dei dipendenti.

La tecnica è sempre la stessa, secondo quanto riporta RiminiToday: l’uomo chiede di usare i servizi igienici del bar e, una volta dentro, intasa lo scarico del water con la carta igienica.

Una volta uscito avverta il barista del disservizio per distrarlo e, mentre il bambino fa da palo cercando di oscurare eventuali telecamere di sicurezza, si impossessa delle cassette delle offerte o delle mance per poi allontanarsi col ragazzino in tutta fretta

Fonte: RiminiToday →
Fonte : Today