Morto Neil Peart, batterista dei Rush

Lutto nel mondo della musica. Neil Peart, batterista e paroliere del gruppo musicale rock progressivo Rush, è morto martedì scorso a Santa Monica, in California, in seguito a un tumore al cervello che gli era stato diagnosticato nel 2015. Aveva 67 anni. Sempre nel 2015 aveva annunciato il suo ritiro dal mondo della musica. L’annuncio della scomparsa è stato reso noto solo ieri dalla band canadese per volere della famiglia. Il musicista canadese lascia la moglie, la fotografa Carrie Nuttall, e la figlia Olivia, con le quali viveva a Santa Monica.

Nato come Neil Ellwood Peart, a Hamilton, nello stato canadese dell’Ontario, il 12 settembre 1952, era stato ribattezzato ‘The Professor’ dai membri del suo stesso gruppo per la sua capacità lirica nello scrivere i testi di quasi tutti i brani del gruppo, carichi di riferimenti letterari, da William Shakespeare (“Limelight”) a Niccolò Machiavelli, Friedrich Nietzsche (“Cygnus X-1 Book II: Hemispheres”), John Dos Passos (“The Camera Eye”, “The Big Money”), Samuel Taylor Coleridge (“Xanadu”) e J.R.R. Tolkien (“Rivendell”, “The Necromancer”).

“Con il cuore spezzato e profonda tristezza condividiamo la terribile notizia. Martedì il nostro amico, fratello e compagno ha perso la sua battaglia di tre anni e mezzo contro un cancro al cervello (glioblastoma) – hanno scritto i Rush in un messaggio pubblicato su Twitter – Chiediamo che gli amici, i fan e i media rispettino il bisogno di privacy e di pace della famiglia in questo momento estremamente doloroso e difficile. Coloro che vogliono esprimere le loro condoglianze possono scegliere un’associazione che sostiene la ricerca sul cancro ed effettuare una donazione in nome di Neal. Riposa in pace fratello”.

Fonte : Today