Josh Hartnett rivela perché ha rifiutato il ruolo di Superman

All’alba dell’esplosione dei film sui supereroi, Josh Hartnett era uno degli attori più richiesti ed è stato in lizza per la parte di Batman nella trilogia di Christopher Nolan sul cavaliere oscuro, ma anche per quella di Clark Kent in Superman Returns di Bryan Singer, ruolo poi andato a Brandon Routh.

A proposito di quest’ultima parte, Hartnett ha rivelato a Variety perché ha deciso di rifiutarla e di concentrarsi su progetti più piccoli, confutando anche la voce su un altro personaggio che avrebbe potuto interpretare. “Non ho rifiutato Spider-Man, non so da dove viene fuori questa notizia. Ho rifiutato solo Superman” ha dichiarato infatti l’attore. “Mi trovavo in un punto della mia carriera in cui tante persone mi chiedevano di fare questo tipo di film. Ho avuto diversi incontri con registi che mi chiedevano ‘saresti interessato?’ Ho parlato con loro di quello che stavano facendo e alla fine ho deciso di rifiutare, anche se per me è stato un grande privilegio trovarmi in una situazione simile“.

Diverso è il caso che lo ha visto tra i candidati Batman, per cui aveva già espresso il suo rammarico. Hartnett ha spiegato che gli incontri fatti con Nolan sono stati solo preliminari e che non si è mai arrivati a delle vere offerte o trattative. All’epoca, dunque, preferì concentrarsi su un diverso tipo di prodotti, in particolare i film indipendenti. Il 2020 di Hartnett, inoltre, si preannuncia davvero ricco dato che comparirà in ben quattro film: Inherit The Viper, The Long Home, Valley Of The Gods, e Gut Instinct. Ricordiamo che uno dei ruoli principali in cui lo abbiamo visto in questi anni è quello di Ethan Chandler in Penny Dreadful.

Fonte : Everyeye