Da L’Aquila alla provincia di Roma per comprare marijuana: sequestrati 8 chili di droga

Dall‘Abruzzo alla provincia di Roma per rifornirsi di mezzo chilo di marijuana. Poi la scoperta di un vero e proprio minimarket della droga, con i carabinieri che hanno sequestrato 8 chili di sostanza stupefacente. A finire in manette per il reato di spaccio e  detenzione di sostanze stupefacenti tre giovani. 

I fatti nella serata del 9 gennaio. Notata l’insolita presenza dei tre giovani lungo la strada che porta a Cerveteri, i Carabinieri della Stazione di Ladispoli e quelli della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civitavecchia li hanno tenuti sotto controllo, sorprendendoli proprio nel momento in cui si scambiavano 500 grammi di marijuana dietro il corrispettivo della somma contante di 3000.

Fornitore droga Cerveteri - L'Aquila 1-2

I due acquirenti, di 26 e 24 anni senza precedenti, trovati con in mano la marijuana, erano addirittura arrivati da L’Aquila per effettuare l’acquisto dal 32enne, già con precedenti, di Cerveteri.

Presso la sua abitazione, infatti, il pusher aveva un vero e proprio “ingrosso” di stupefacenti: al termine della perquisizione, i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 3,3 chili di cocaina, 2,7 chili di hashish e 1,450 chili di marijuana e la somma contante di 14.750 euro, ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio. 

Terminati gli accertamenti, i tre fermati sono stati dichiarati in arresto e accompagnati presso la Casa Circondariale di Civitavecchia a disposizione della competente Autorità Giudiziaria per rispondere del reato di spaccio e di detenzione di sostanze stupefacenti.
 

Fonte : Roma Today