Aziende partecipate, Raggi incontra i sindacati e firma la tregua: “Per la sindaca ultima possibilità”

Pace armata tra la sindaca Raggi e le sigle sindacali. Di oggi il tavolo tecnico in Campidoglio tra i segretari regionali di Cgil, Csl e Uil – rispettivamente Michele Azzola, Carlo Costantini e Alberto Civica – e la prima cittadina, a cui hanno preso parte anche gli assessori al Personale e alle Politiche sociali, Antonio De Santis e Veronica Mammì. Dopo le tensioni degli ultimi tempi, legati alle condizioni delle principali società partecipate e controllate di Roma Capitale, i segretari sono usciti soddisfatti dal vertice. Durante l’incontro si è discusso sullo stato contabile delle società, e su quello di salute dei servizi: trasporti, rifiuti, sociale. 

È la sindaca stessa a prendere l’impegno di “fare un percorso comune per il bene di questa città. Ripartendo dalle criticità”. Al via quindi una serie di tavoli con i vari assessori competenti. Si partirà con Veronica Mammì per le Politiche sociali entro il 31 gennaio. A seguire, Pietro Calabrese per i Trasporti e Gianni Lemmetti per il Bilancio. Entrambi a stretto giro. Al centro del dibattito presente e futuro tutte le questioni spinose della città. Si parlerà di Ama, Atac, Multiservizi, Roma Metropolitane, mense scolastiche.

“La sindaca – ha commentato Azzola della Cgil – ci ha assicurato di voler collaborare per il bene della città e noi abbandoniamo l’idea dello scontro. Giudicheremo in base ai fatti. Se però si tratterà di altri tavoli dove non si decide nulla noi proseguiremo con la nostra mobilitazione”. “La novità – ha invece sottolineato Civica – è che ci siamo riparlati. Ora partiranno i tavoli, alla sindaca però abbiamo chiesto un riscontro sul bilancio, altrimenti è inutile parlare delle varie questioni se non sappiamo quali sono i rispettivi impegni economici, quindi quali le prospettive e quali le possibilità. Senza questo, il resto ha poco senso”.

Infine, incontro positivo anche per Costantini della Cisl, che però sottolinea l’ultimatum: “Abbiamo dato una nuova possibilità alla sindaca, che, almeno per quanto ci riguarda, è l’ultima. Il clima ci è sembrato comunque diverso rispetto alle volte precedenti”.

Fonte : Roma Today